Ginevra, il salone delle 105 anteprime

SEDE Palexpo di Ginevra DATA 6-16 marzo SUPERFICIE 110.000 mq ESPOSITORI 250 MARCHI 700 ANTEPRIME 105 VISITATORI 700.000 di Daniele P.M. Pellegrini Puntuale e ottimista come sempre, si apre il Salone di Ginevra (giovedì 6 per il pubblico), che per molti appassionati è ormai quasi un salone italiano. Comunque Ginevra è Ginevra, da sempre una manifestazione al di sopra delle mode e delle crisi, capace di attirare comunque costruttori novità e personalità da tutto il mondo, che quest'anno di assume anche la responsabilità di barometro dell'auto in Europa nella speranza che il futuro prossimo tenda al bello. Le novità ufficialmente annunciate sono ben 105, delle quali almeno una ventina importanti, a dimostrazione che il mondo dell'auto si muove e, almeno visto dal lago Lemano, promette di tornare a sorridere. Lo show si gioca come sempre sugli opposti, dal lusso estremo alle utilitarie, dalle supersportive alle proposte ecologiche, alle quali il salone dedica un mini-catalogo specifico che contiene tutte le vetture presenti con emissioni di anidride carbonica inferiori a 95 gr/km. Un modo elegante di sostenere le spinte ambientaliste a allo stesso tempo farle convivere con chi ai consumi proprio non pensa, come la Lamborghini Huracan, la Ferrari California Turbo o la nuova Rolls Royce Phantom. Spazio alle piccole, comunque, specie a quelle realizzate in cooperativa come le tre gemelline Toyota Aygo-Citroen C1-Peugeot 108 e le due cugine Renault Twingo e Smart ForFour, alle quali si aggiunge la Mazda Azumi, la Suzuki Celerio e una folta schiera di "quasi crossover2 come la Polo Cross, la Panda Cross e la Opel Adam Rocks. Sempre in tema di simil fuoristrada occhi puntati anche sulla piccola Jeep, frutto del matrimonio fra Fiat e Chrysler e che sarà costruita in Italia. Da non perdere la Active Tourer, che è la Bmw che non ti aspetti: con architettura da monovolume e trazione anteriore per aprire un nuovo capitolo e nuovi spazi di crescita alla Casa di Monaco, e lo stand Ford dove la nuova Focus affianca la Mustang che arriverà ufficialmente anche da noi. Merita il viaggio il prototipo della Alfa 4C in versione cabriolet fianco a fianco con la nuova Giulietta Quadrifoglio verde che ne condivide il motore. Fra le sportive Audi sugli scudi con la nuova TT, la S1 e la S3 Cabriolet, e poi la Seat Cupra, VW la Scirocco e la Opel Astra Extreme, per finire alla Nissan GT-R Nismo e alla Corvette Z06. Le auto elettriche, non più ghettizzate in un padiglione separato, fanno oramai parte dello spettacolo a pieno titolo e fra di esse compaiono due novità importanti come la versione a batterie della Nissan EV200 e della Kia Soul. Coerentemente con la sua vocazione interdisciplinare il Salone di Ginevra non trascura nemmeno il fascino immortale dello sport con un'esposizione dedicata alla storia della 24 Ore di le Mans percorsa attraverso 20 fra le più celebri vetture che vi hanno partecipato. ©RIPRODUZIONE RISERVATA