Da Roncoferraro a Sermide, rappresentazioni contro le discriminazioni

In tutta la provincia si stanno svolgendo bellissimi spettacoli per la Giornata della memoria che vedono bambini e ragazzi protagonisti in modo creativo. A Sermide alla multisala Capitol si è svolto lo spettacolo "Leggère le parole: sono le parole a dare un senso al mondo, a salvarlo raccontandolo... e avranno nomi di ogni bambino, donna e uomo", una riuscita teatralizzazione di racconti frutto di ricerche, un modo per dare un nome alla persona protagonista salvandola dalla massificazione. A Roncoferraro, spettacolare performance che ha coinvolto l'intero plesso scolastico. Tutti insieme più di 200 alunni, docenti e Ata, hanno sfilato in silenzio, a tempo di tamburo dall'uscita di scuola a piazza Grande. Si sono ascoltate letture toccanti e significative dei ragazzi, che hanno concluso con un gesto di negazione. Si sono infilati in testa un sacchetto di carta bianco sul cui retro è stato applicato un simbolo di appartenenza, un triangolo rosa, mrosso, nero, marrone, blu e la stella ebrea. I testi dei ragazzi erano appelli contro le discriminazioni. di oggi anche nella scuola. La performance era ideata con la docente di arte Raffaella Garosi. Ad Asola il film di Chaplin, "Il grande dittatore" è stato visto con il commento del critico cinematografico Matteo Molinari. Altre manifestazioni a Castiglione, Pegognaga, Cavriana, Ostiglia, e Marmirolo. Oggi. Alle 9 a Suzzara, Piazzalunga Cultura, viale Zonta 6, "La notte", lettura continuata del libro di Elie Wiesel, aperto al pubblico. A Sabbioneta, visita libera alla sinagoga e al cimitero ebraico. A Castel Goffredo, spettacolo con canti e danze ebraiche al teatro san Luigi alle 16. Ad Asola, alle 16, "Il lato comico dei dittatori", in biblioteca comunale. A San Benedetto Po, alle 18, al Polirone, "Un chicco di riso", lettura drammatizzata. A Castiglione delel Stiviere al teatro Sociale, concerto del trio Luca Cordini.