L'Acquanegra si divora il Sesto

ACQUANEGRA SUL CHIESE L'Acquanegra prosegue di gran carriera il suo cammino in Coppa e liquida con un rotondo 4-0 la pratica Sesto. Salodini e compagni blindano il passaggio agli ottavi già nel primo tempo grazie ai due acuti di Scalari, la ripresa è una formalità. Per sapere l'avversario negli ottavi ci sarà da aspettare: nel triangolare opposto a quello dei biancazzurri Pievese (squadra lodigiana) e Calcense (bergamasca) hanno chiuso a pari punti e con la stessa differenza reti. Ci sarà il sorteggio. Il Sesto, come c'era da attendersi, parte forte e al 12' un Acquanegra attendista corre il primo (e in fin dei conti unico) grande pericolo: bravo e fortunato Giacomin a conquistare palla sulla trequarti e a scavalcare in velocità la difesa di casa. Una volta giunto davanti a Mangeri però spara alto. Gol sbagliato, gol subito: regola veritiera perché sull'azione seguente Scalari vede fuori posizione il portiere cremonese e pesca il jolly portando i suoi sull'1- 0. Addirittura poco dopo Bonazzoli avrebbe sulla testa la possibilità del raddoppio, ma la mira gli fa difetto. Gli ospiti provano ad uscire dal momento di impasse con una penetrazione del temibile Berselli ma al 32' Scalari firma la doppietta. Delizioso l'interno destro che beffa ancora Cipelletti. Nella ripresa il compito di amministrare il doppio vantaggio è facile per i padroni di casa. Tanto che al 20' Casella si smarca sulla destra e fa partite un cross basso invitante su cui né Pettenati né Scalari, soli in area, non arrivano per un soffio. Al 31' titoli di coda con l'azione in profondità di Bandera, che si accentra, supera il portiere e insacca a porta vuota. Dopo un attimo di nervosismo il match riprende e, sullo stesso copione della marcatura precedente, anche Bandera si gode la gioia della doppietta. Davide Casarotto