Castellana no limits Il mirino è sul Seriate «Ma occhi aperti»

CASTEL GOFFREDO È il giorno della prima della Castellana davanti al suo pubblico. Al Comunale (ore 15) sbarca l'Aurora Seriate, formazione bergamasca che ha creato non pochi grattacapi ai biancazzurri nelle ultime stagioni. Il passato, però, non conta e i ragazzi di Cogliandro mirano a confermarsi dopo il debutto vincente di Borgomanero. La rosa è quasi al completo. L'unico sicuro indisponibile è Bettenzana, vittima del riacutizzarsi del problema alla caviglia che lo ha tormentato nella passata stagione. Niente di grave, comunque, tanto che il difensore sarà a disposizione per la gara interna di Coppa in programma mercoledì alle 18 con il Lecco. Ormai del tutto recuperati Scalco e Mazzali, in campo oggi dal 1'. Ufficiale, intanto, il tesseramento dell'esterno di difesa classe '95 Diego Zogno, in arrivo in prestito dalla Sambonifacese. Servirà, invece, un po' di tempo (questioni burocratiche) per vedere all'opera il greco Apostolos Tspouras, che ha rescisso con il Poggibonsi, e il canadese Devon Imrie. Chi sarà sicuramente in campo contro i bergamaschi è Giulio Mariani: «La partenza è stata incoraggiante – commenta il difensore –, col Borgomanero abbiamo messo in mostra testa e spirito giusti. Siamo stati bravi a reagire dopo un avvio di gara complicato». Tutt'altro che semplice sarà anche la sfida odierna. L'Aurora, battuta alla prima giornata con il minimo scarto dalla Pro Sesto di bomber Spampatti, sbarcherà a Castel Goffredo con la sua folta pattuglia di giovani per cercare il colpaccio. Un 4-2-3-1 sulla carta per nulla rinunciatario quello approntato da mister Gaburro, in passato sulla panchina della Poggese di Everardo Trazzi. Il tecnico non sarà l'unica vecchia conoscenza del nostro calcio, visto che a guidare la difesa sarà l'ex Castiglione Anesa. I bergamaschi dovranno fare a meno del difensore Ghidini, squalificato, il cui posto sarà occupato da Carminati, centrocampista riadattato nel ruolo. «Sappiamo che sono una squadra molto fisica – spiega Mariani – e che corre molto. Sono un tipo di formazioni che subiamo un po' ma la consapevolezza nei nostri mezzi è maggiore rispetto al passato. La settimana è stata ottima, la prestazione non mancherà». Un altro successo aprirebbe scenari interessanti. «Rimaniamo coi piedi per terra – conclude il centrale –. Proveremo a migliorare il piazzamento della passata stagione ma non dobbiamo perdere la nostra umiltà». Prima del fischio del via, a partire dalle 14, sul rettangolo verde del Comunale ci sarà un'esibizione della Scuola calcio (annate 2005/06/07) coordinata dal responsabile Claudio Bianchera. Matteo Sbarbada ©RIPRODUZIONE RISERVATA