Il Genoa riacciuffa la Samp con Matuzalem

TORINO 4-2-4 Gillet, Darmian, Glik, Ogbonna, Masiello, Vives, Gazzi, Cerci, Bianchi (Jonathas 31' st), Meggiorini (Barreto 22' st), Santana (D'Ambrosio 22' st) All.: Ventura ROMA 4-3-3 Stekelenburg, Piris, Burdisso, Castan, Balzaretti, Perrotta (Marquinho 32' st), Bradley, Pjanic (Totti 9' st), Lamela, Osvaldo, Dodò (Florenzi 18' st) All.: Andreazzoli Reti: Osvaldo (R) al 22', Bianchi (T) al 31' pt; Lamela (R) al 15' st. GENOVA Succede così nei derby. Spettacolo assente, ma partita comunque avvincente perché si lotta su ogni pallone. Tra tanti falli, nove ammoniti, un espulso, errori e cross che si trasformano in gol, finisce 1-1 Genoa-Sampdoria derby della "Lanterna" numero 106. Un pareggio che va bene ai blucerchiati, avviati verso un tranquillo finale di campionato, ma che serve poco ai rossoblù penultimi in compagnia del Palermo a quota 28 punti e a -2 dal Siena quartultimo. Se il torneo finisse oggi il Grifone sarebbe in B, ma alla fine anche il Genoa può accennare a un sorriso, dal momento che dopo il gol di Eder, al 28' del primo tempo, il pareggio del punto-speranza è arrivato soltanto all'80' grazie a un cross completamente sbagliato di Matuzalem. «Paura nessuna, siamo arrivati con il Genoa a 4 punti dalla quartultima e vedremo la classifica a fine stagione». Esordisce così Davide Ballardini ai microfoni di Sky Sport al termine del derby. «È stata una partita nervosa, difficile. La Samp si difende molto bene - ha aggiunto il tecnico rossoblu - si è andati sotto di un gol ma credo che nel secondo tempo il Genoa abbia fato qualcosa di più e il risultato è giusto». Quindi Ballardini spiega così la formazione schierata all'inizio: «Avevamo 3-4 giocatori da gestire, come Kucka, e abbiamo pensato di schierare questa formazione. Anche perché la Samp è brava in fase difensiva e altrettanto a colpire in contropiede. L'idea era di non correre grandi rischi nel primo tempo e nel secondo fare più la fase offensiva con i giocatori che poi sono entrati». Infine il tecnico rossoblù sottolinea anche lui lo splendido spettacolo del pubblico di Marassi. «Tutti ci auguriamo che Genoa e Sampdoria in futuro possano giocare partite per altri obiettivi perchè il pubblico lo merita», ha concluso il tecnico del Grifone. Rammarico in casa Samp, che recrimina per un fallo di Matuzalem che poteva costare il rosso al brasiliano.