Premio Campiello Molesini mercoledì ospite a Sabbioneta

yy DJANGO'S CLAN STASERA IN CONCERTO A MONZAMBANO Alla "Taverna dal Conte" di Monzambano (via Belvedere 1) oggi alle 22 ospite sarà il Django's Clan in quintetto (Carmelo Tartamella chitarra solista, Luca Campioni violino Enzo Frassi contrabbasso, Enrico Comaschi chitarra ritmica, Jacopo Delfini chitarra ritmica).L'ottobre musicale continuerà il 10 con Frank Lacy (trombone tromba flicorno e voce), Theo Hill (pianoforte), Ryan Berg (basso), Malik Washington (batteria).Lunedì 17 ottobre sul palco l' F.c.c.c quartet mentre il 24 ottobre è in programma "Lunedì grasso" con Mauro Ottolini: Bix Factor and friends (Daniele D'Agaro sax, clarinetto, Paolo Botti viola, banjo, dobro, Mauro Negri clarinetto, Paolo Bix De Giuli cornetta, Mauro Otto Ottolini suosaphone, Paolo Mappa batteria, Stephanie Ocean Ghizzoni voce). Il 31, infine, Hobby Horse . Per informazioni 0376-800660. Mercoledì alle 21 al teatro all'Antica di Sabbioneta sarà ospite Andrea Molesini, vincitore del Premio Campiello 2011. L'autore di "Non tutti i bastardi sono di Vienna" (Sellerio) lo scorso 3 settembre al Gran Teatro della Fenice di Venezia, alla celebrazione conclusiva della 49° edizione, ha strappato con 102 voti la vittoria agli altri quattro finalisti. La classifica ufficiale infatti vedeva al secondo posto per un totale di 80 voti, Federica Manzon col suo romanzo "Di fama e di sventura" (Mondadori), al terzo posto Ernesto Ferrero e il suo "Disegnare il vento" (Einaudi), al quarto Maria Pia Ammirati con "Se tu fossi qui" (Cairo) e infine Giuseppe Lupo, autore di "L'ultima sposa di Palmira" (Marsilio). A Sabbioneta Andrea Molesini sarà introdotto nella presentazione del romanzo dal giornalista Rai Angelo Squizzato. Il romanzo, ambientato verso la fine della Prima Guerra mondiale, in una località vicina al Piave, è incentrato sulla famiglia Spada, costretta ad ospitare nella propria villa alcuni ufficiali dell'esercito nemico. «Una scrittura profonda e attenta ai dettagli - come evidenzia la nota che accompagna l'evento - con una propietà di stile elevata che riesce ad incidere i caratteri dei protagonisti con insolita sottigliezza, facendoli apparire vivi, credibili e intelligentemente sfumati con luci ed ombre sullo sfondo di una guerra che fu crudele e spietata ma che si tende, purtroppo, a dimenticare». Andrea Molesini è nato e vive a Venezia. Ha curato e tradotto opere di poeti americani: Ezra, Pound, Charles Simic ecc. Non tutti i bastardi sono di Vienna è il suo primo romanzo. Il Campiello, lo ricordiamo, è un premio letterario che viene assegnato a opere di narrativa italiana. Istituito nel 1962 per volontà degli Industriali del Veneto con lo scopo di ritagliare un preciso spazio per l'imprenditoria veneta nel mondo culturale italiano. Nella sua storia, il Premio « ha provato la validità delle sue scelte culturali segnalando all'attenzione del grande pubblico numerosi autori e romanzi che hanno segnato la storia della letteratura italiana». Oggi il Premio, ritenuto uno tra i più prestigiosi d'Italia e tra i più importanti nel panorama editoriale italiano, è un canale con il quale gli Industriali Veneti intendono offrire il loro contributo alla promozione della narrativa italiana e a incentivare e diffondere il piacere per la lettura . Per informazioni sulla serata è possibile contattare il numero 0375-52599, oppure www.comune.sabbioneta.mn.it