Le voci dal web

Sonia da Mantova
Dai giovani ci si aspetta serietà, educazione poi li si tratta con poco rispetto. L'Apam deve rispondere della situazione. Basta scaricabarile!
Anna
1ª liceo scientifico: abito a Rivarolo e con le mie amiche dovremmo partire da Mantova, sabato escluso, alle 14.35 e arrivare alle 15.20, ma non è possibile: la scuola finisce alle 13. Dove troviamo il tempo per studiare? Quando abbiamo pagato l'abbonamento le linee 20 e 59 prevedevano un pullman alle 13.25.
Marius
Alla fine sembra che il disegno sia arrivato a termine a Mantova: serviva una scuola impoverita e in 20 anni ci sono riusciti, serviva una istruzione privata d'elite ma pagata da tutti e una pubblica e dequalificata e ci sono riusciti, con il corredo di insegnanti messi sotto ricatto occupazionale. Serviva ristrutturare (privatizzare) i servizi pubblici e in pochi anni è stata smantellata la stazione Apam, aumentato il precariato e per fare cassa si sono tagliate le corse meno redditizie e alzate le tariffe.
Maria
Ma non e possibile! Io e mia sorella andiamo alle magistrali e andiamo a Castellucchio. Finisco tutti i giorni all'una, invece mia sorella 2 volte alla settimana alle 14. Io la corriera ce l'ho solo al martedi, giovedi. Invece lunedi, mercoledi e sabato ce l'abbiamo alla 14,15. Il viaggio dura quasi un'ora, a casa sarei dopo le 15. Non è piacevole aspettare cosi piu di un ora per una corriera che è anche troppo affolata e sarebbe anche fuori norma. A parte che anche i costi degli abbonamenti non sono piccoli. Una vergogna!
L.T.
Frequento il Mantegna: mercoledi e venerdi esco alle 13, 30; gli altri giorni alle 13. Essendo di Ceresara, da Mantova ci sono poche corriere che la raggiungono. Lunedi, mercoledi e venerdi ci sono corriere per il ritorno solo alle 14.35, 14.40, 14.45, prima neanche una. Se una persona esce alle 13 deve aspettare un'ora e mezzo. Mentre il martedi, giovedi e sabato ci sono due corriere che raggiungono il paese che partono alle 13,35 da Mantova. Queste due corriere erano strapiene (e gli alunni Itis non c'erano).
Luca
Per noi della Bassa (San Benedetto -Quistello) che frequentiamo l'Ipsia e l'Itis è diventato impossibile tornare a casa. Al mattino solo noi occupiamo una corriera intera, superando anche il limite per le persone in piedi. Quest'anno abbiamo solo due corriere per il ritorno alle 13,30 che all'Ipsia-Itis fermano per ultimo, arrivando già stracolme perciò rimaniamo a piedi e ci tocca aspettare la successiva, alle 14.30! Arriviamo a casa alle 15-15.15. Occorre una corriera riservata a Itis-Ipsia come è sempre stato.
Federica
Uno schifo! Sono di Castel Goffredo, alla mattina prendo il pulman ed è sempre pieno, non c'è neanche posto per sedersi! Mettere un altro pullman, anche perché la maggior parte delle persone va a scuola ad Asola. Serve un pullman solo per Asola! Faccio Castel Goffredo-Remedello e arrivo senza problemi mentre al ritorno, esco alle 13 e prendo il pulman che va ad Asola e da Asola non c'e un pulman per Castel Goffredo, ma arriva a Casaloldo.
Emanuele
Per i ragazzi di Moglia che arrivano a Suzzara perché la 29 delle 14,20 non li porta a casa? Togliere il giro verso la stazione Fs di quella 29 (che va a Motteggiana e Torricella) in modo che possa esserci una coincidenza a Motteggiana che va a Moglia.
SEGNALATE I PROBLEMI SUL NOSTRO SITO www.gazzettadimantova.it