La Sterilgarda ricomincia con un pieno di sorprese

CASTEL GOFFREDO. Chiusa da pochi mesi una stagione ricca di successi, coronata dalla conquista di due scudetti, la Sterilgarda ieri ha presentato il nuovo organico e il nuovo staff tecnico. Non sono mancate le sorprese e le novità dell'ultim'ora. La più eclatante è il ritorno nel team femminile di Mihaela Steff, già in passato in forza al team castellano, con il quale aveva conquistato due Champions.
Tra le donne, poi, vanno registrati gli addii di Dodean e Xiaoxin e l'arrivo dalla Sandonatese della 17enne Debora Vivarelli. Confermate Stefanova, Tan Monfardini e Steshenko mentre il nuovo tecnico sarà Alfonso Laghezza. In campo maschile, coach Yang Min potrà contare su Bobocica, Guo Jinhao, Marco Rech Daldosso e sul baby talento Leonardo Mutti, promosso in prima squadra. E' passato in Germania Joao Monteiro.
L'incontro è stato introdotto dal neo presidente Diego Bonoldi e da Franco Sciannimanico, presidente Fitet. Quest'ultimo ha chiuso il suo intervento con alcune anticipazioni: «Castel Goffredo diventerà un centro ad alta specializzazione, coordinato da Yang Min, e qui si allenerà la Nazionale maggiore. In più, il 15 ottobre il presidente del Coni, Gianni Petrucci, verrà a visitare i nostri impianti e la sede della Sterilgarda». Soddisfatto il patron onorario Fernando Sarzi: «Il gruppo Sterilgarda è ora impegnato su più fronti ma l'attenzione per questo sport rimane particolare». Assente per impegni concomitanti l'amministrazione comunale di Castel Goffredo, ha preso la parola il sindaco di Castiglione, Fabrizio Paganella: «Sterilgarda è un'azienda del nostro territorio a cui siamo molto affezionati. Il vivaio di questa società, poi, è uno splendido esempio di integrazione». Per la Provincia era presente l'assessore allo sport Armando Federici Canova: «Siamo in presenza di una delle eccellenze sportive del mantovano. Molto importante è il suo impegno verso i giovani». La presentazione si è chiusa con le parole del presidente provinciale del Coni, Mauro Redolfini, che ha consegnato alla Sterilgarda una targa a nome del neo presidente del Coni Lombardia, Pierluigi Marzorati: «Qui si vince tanto perché si lavora tanto - ha detto Redolfini - questa è una società con una grande storia e un grande futuro».

Matteo Sbarbada