Millenaria più ecologica


GONZAGA.Sarà il ministro dell'Agricoltura Giancarlo Galan ad inaugurare sabato la Fiera Millenaria di Gonzaga. E' indubbiamente un fatto importante perchè erano 8 anni che un esponente del Governo mancava da questa rassegna, che rappresenta un appuntamento nazionale d'eccellenza in fatto di zootecnia, agroalimentare, meccanizzazione agricola e produzioni tipiche.
Quest'anno la Millenaria ha un compito certamente più oneroso delle passate edizioni: quello di intensificare la tutela dell'origine nell'anno internazionale delle biodiversità, come è stato sottolineato ieri nel corso della presentazione della rassegnata tenuta alla Camera di commercio. Un impegno che si impone dopo il recente scandalo della «mozzarella blu». Ecco quindi affacciarsi le richieste delle «filiere corte e le potenzialità legale ai mercati contadini e alle produzioni a km zero», che portano alla salvaguardia della tipicità e alla tutela del consumatore. Un tema che quest'anno sarà trattato ampiamente alla Millenaria, che si svolgerà dal 4 al 12 settembre. Una Millenaria che - come ha sottolineato ieri il sindaco di Gonzaga Claudio Terzi durante la presentazione - è costata per accendere i riflettori, quasi 1 milione di euro. Le coordinate dell'evento sono rappresentate da 500 espositori; 120 mila metri quadrati di area espositiva e un centinaio di eventi.
Ieri mattina a presentare ed illustrare le varie peculiarirità della rassegna - che quest'anno registra qualche nuova proposta - Oltre al sindaco c'erano il presidente e il direttore della Fiera Giovanni Sala e Domingo Pacchioni, il presidente della Provincia Maurizio Fontanili con l'assessore Maurizio Castelli, il rappresentante della Camera di commercio Fabio Paloschi e l'eponente del mondo agricolo Isalberto Badalotti. A proposito di salvaguardia della tipicità e tutela del consumatore, si terrà una mostra mercato delle eccellenze del distretto padano prodotte sul territorio: latte, salumi, formaggi, olio, vino, birra, frutta, verdura, coltivati, raccolti e lavorati da aziende locali che porterà in fiera un distributore automatico di prodotti a km zero - mostarde, confetture, vino, olio, formaggi - con monitor touchscreen per la lettura dell'etichetta. Si è parlato anche di un convegno sulla biodivertà; di una mostra della Frisona italiana a carattere interprovinciale. Spazio anche per la gastronomia. Attraverso il 4º Concorso nazionale dello spallotto, patrocinato dal ministero delle Politiche Agricole, la Millenaria promuove la conoscenza e il consumo di una eccellenza della norcineria a rischio estinzione. Un abgolo anche per i bambini con il concorso di disegno «Libera la fantasia...colora la fattoria» cui si aggiunge il «Corso per baby assaggiatori».

Giovanni Benvenuti