Aereo dirottato da ribelli del Darfur

ROMA.Un Boeing 737 della compagnia sudanese Sun Air con 95 passeggeri a bordo è stato dirottato da ribelli del Darfur poco dopo il decollo da una città della regione, Nyala.
I dirottatori volevano raggiungere l'Egitto, ma dopo il rifiuto della autorità del Cairo hanno ripiegato sulla Libia.
L'aereo è atterrato nell'oasi di Kufra, nel deserto libico meridionale, e a tarda sera la situazione era ancora in evoluzione.
Il 737 della compagnia privata era decollato da Nyala intorno alle 15,40 italiane, diretto nella capitale sudanese Khartoum.
La città è il capoluogo del Sud Darfur, straziato dalla guerra civile. L'aeroporto cittadino si trova vicino al campo profughi di Kalma, dove proprio ieri ci sono stati scontri sanguinosi.
Venti minuti dopo il decollo, il pilota ha comunicato all'aeroporto di Nyala che l'aereo era stato dirottato e che faceva rotta verso Tripoli, in Libia.
A prendere il controllo del velivolo è stato un gruppo di ribelli del Movimento di liberazione del Sudan (Slm), appartenenti alla fazione di Mina Minnawi.
L'Slm nel 2006 aveva siglato un accordo di pace con il governo di Khartoum. Non è chiaro quanti siano i dirottatori dell'aereo.
Un portavoce del gruppo ribelle ha intanto reso noto che tra di loro ci sono uno stretto consigliere di Minnawi, il commissario per le questioni della terra e uno degli artefici dell'accordo del 2006.