Iveco, via al confronto sindacale

Un confronto sugli effetti dello sviluppo della Fiat Iveco di Suzzara: questo il senso dell'incontro di giovedi in Assindustria. Lo sviluppo produttivo dell'azienda ha infatti portato l'organico a circa 2.530 persone (2.180 a tempo indeterminato) e la produzione a 350 veicoli al giorno. Le organizzazioni sindacali confederali insieme alle categorie e alle Rsu, avevano proposto un documento con gli aspetti da approfondire sui temi di occupazione, formazione professionale, trasporti, alloggi e servizi all'infanzia.BR Alla presenza del responsabile delle relazioni industriali del gruppo, Perciavalle, è stato presentato un percorso con l'impegno a proseguire il confronto.BR Ai sindacati è stato prospettato un impegno di investimento di 2 milioni e 80mila euro (aggiuntivi all'investimento su sicurezza e aggiornamento tecnologico) per migliorare le condizioni di lavoro e di benessere dei lavoratori assunto come obiettivo strategico. A questo proposito, tenendo conto che l'età media dei dipendenti Iveco è di 31 anni e della presenza di numerosi nuclei familiari, è stato preannunciato che si sta valutando insieme alle istituzioni locali la possibilità di realizzare un asilo nido. Disponibilità è stata espressa per assunzioni che riguardino soggetti particolari o processi di mobilità da aziende in crisi. Prospettato, infine, un rapporto costruttivo con l'Università di Mantova per le applicazioni concrete della specializzazione in Meccatronica.!-- Sui trasporti si è ritenuto di valutare come valorizzare e potenziare l'utilizzo dei mezzi pubblici. --BR