Mantegna votava

!-- Gilberto Scuderi --«Dante Alighieri era di destra ma odiava il capitalismo (l'ha detto Edoardo Sanguineti al Festivaletteratura) quindi la pensava come Gianfranco Fini e aveva forti simpatie per Fausto Bertinotti. Il poeta Cielo d'Alcamo in realtà pare che si chiamasse Ciulo d'Alcamo, per cui o era uno dei centri sociali (inviso al sindaco di Bologna Cofferati) oppure uno che avrebbe recitato volentieri con Cicciolina e Antonella del Lago. Cecco Angiolieri (quello che scrisse S'io fossi foco arderei lo mondo) era un no global, anzi un black blok o un piromane da far intervenire la protezione civile di Bertolaso.» «Ti prego, non proseguire, stai dicendo delle solenni idiozie». «Ok, se c'è la censura mi fermo». «La censura non c'è ma sei invitato ad autocensurarti. Se però vuoi continuare, allora secondo te Andrea Mantegna cos'era?» «Emigrato proveniente dal Veneto. Si fermò a Mantova per più di 5 anni ed ottenne la cittadinanza virgiliana. Abolita dai Gonzaga la Bossi-Fini e ottenuto il diritto di voto, Mantegna votava per la sinistra».BR