L'Antitrust dell'Unione dice si all'ingresso di Marcegaglia in Sit

L'Antitrust Ue ha dato via libera alla nascita del primo polo italiano del turismo ‘made in Italy'. La Commissione europea ha annunciato ieri l'ok all'accordo raggiunto in dicembre da Banca Intesa, Ifil e Marcegaglia per acquisire da Sviluppo Italia il 49% del capitale sociale di Sit (Sviluppo Italia Turismo n.d.r), con la possibilità in futuro di diventare soci di maggioranza. L'ingresso dei tre soci in Sit, avverrà attraverso la società Turismo&Immobiliare (partecipata con quote paritetiche da Banca Intesa, Gruppo Ifil e Marcegaglia).BR L'alleanza consentirà a Sit di riqualificare e potenziare le strutture della società, con l'obiettivo di ampliare l'offerta sul mercato. L'investimento iniziale sarà di 320 milioni di euro (di cui 206 già stanziati) destinati a 14 insediamenti turistici integrati in Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna, per un totale di 5000 camere d'albergo e tre nuovi campi da golf. Il gruppo Marcegaglia è già presente nel settore del turismo con i poli di Albarella e Pugno Chiuso (oltre 30 milioni di fatturato nel 2004).BR