Gli altri club per ora rimangono alla finestra

MANTOVA. Non ci sono soldi. Questo l'aspetto più preoccupante che emerge dalle prime battute di mercato. Le risorse economiche nel panorama della serie C1 sono ridotte al lumicino, tanto che società come Lucchese, Spal e Como stanno impostando la loro campagna di rafforzamento in particolare sui giovani, con l'obiettivo preciso di sgravarsi dai contratti onerosi dei giocatori più esperti. Pochi dunque, almeno per il momento, i movimenti, anche se qualche club sta provando a costruire, seppur con mezzo limitati, una rosa destinata ad essere competitiva.
Il Rimini, squadra che quest'anno ha giocato la semifinale play off col Cesena, è ancora alla finestra, mentre il Como, retrocesso dalla serie B, sta attraversando un momento particolare, soprattutto dal punto di vista societario, visto che la dirigenza lariana è alle prese con una realtà economico-finanziaria che potrebbe condizionare la sopravvivenza del club. Sempre in tema di società, il Padovaha bloccato ogni operazione sul mercato perché, entro la prossima settimana, la vecchia dirigenza, stanca di investire senza ottenere il salto di categoria, dovrebbe cedere la mano ad una cordata di imprenditori locali. Tutto è in alto mare tra i patavini anche se atleti come Florine Palumbosono già stati messi sul mercato. Il Cittadellainvece è riuscito a confermare l'attaccante Sgrigna, rivelazione della scorsa stagione, mentre Ruopoloè tornato al Parma, società titolare del cartellino.
La Reggiana, dopo aver aperto un canale preferenziale con la Juventus, si è assicurata Pederzoli(lo scorso anno prima a Como poi a Rimini), il giovane Urbanoe l'esperto centrocampista della Sambenedettese Napolioni. Da Cesena in granata tornerà l'attaccante Ranalli, mentre il centravanti Fanesi, che nella passata edizione di Coppa Italia trafisse il Mantova con una doppietta, finirà alla Lodigiani. L'attaccante marocchino Miftahdovrebbe invece rientrare in un'operazione di scambio con la Spalper l'arrivo alla Reggiana del tornante La Canna. E a proposito dei ferraresi, dopo la conferma di mister Discepoli, la società ha già ceduto Di Solealla Pistoiese, mentre dall'Inter dovrebbe arrivare il giovane difensore Franchini.
Il giovanissimo Franceschiniè invece stato ceduto al Lecce. A Pistoia, oltre all'arrivo di Di Sole, i tifosi arancioni salutano anche l'acquisto di Iannidalla Massese e di Catacchinidal San Sepolcro.
Il Grossetoneo promosso in C1 ha riscattato Fusi, Sardellie Lidi, mentre il Pisasi è assicurato Paradisodal Bellinzona e Ulividalla Massese.
La Cremonesesta cercando di convincere Nardidel Sudtirol e Furianidel Pisa, mentre Marchesettiè rischiesto da Chievo, dall'Atalanta e dalla Sampdoria. Tra queste società in vantaggio quella scaligera. (mama)