Mimmo Grassotti: prima i gol e poi i risotti

Può esistere una associazione tra il gioco del calcio e il risotto?
In base a quanto è raccontato nel libro "Di calcio e di risotti" dell'ex calciatore ed ora allenatore Mimmo Grassotti, la relazione non solo è positiva ma anche estremamente originale e coinvolgente.
Del calcio come espressione dell'universo sportivo e di risotti come prelibatezza culinaria, se ne parlerà questa sera alle ore 21 presso il ristorante "Caminaccio" di Pegognaga in occasione della presentazione dell'opera prima del pegognaghese Grassotti, Franco Garassino Editore per la collana Starter, dedicata allo sport.
Alla serata con rinfresco finale (obbligatorio), che si preannuncia di grande interesse per il prestigioso tavolo dei relatori, parteciperanno gli ex calciatori Mariolino Corso, Roberto Boninsegna e Graziano Bini, lo scrittore Fausto Bertolini, i giornalisti Carlo Romano e Michele Faldi, il sindaco di Pegognaga Marco Carra e naturalmente l'autore.
Nel curioso libro di Mimmo Grassotti, che ha militato come calciatore in diverse squadre di serie C e B, poi come allenatore ed attualmente come selezionatore della Figc della Lombardia, sono presenti simpatici accostamenti fra ricette per risotti, di cui solo l'autore Grassotti conosce il segreto, e famosi personaggi del calcio.
Il risultato del connubbio, frutto anche della collaborazione narrativa di Fausto Bertolini, è un bel libro gustoso come un piatto di risotto cucinato ad arte ed esaltante come un geniale colpo di tacco eseguito da un campione.
Le 230 pagine della pubblicazione narrate con humour, ritmo incalzante e ricette, sono farcite di amarcord riferiti a Pegognaga e alla sua gente, anedotti sui protagonisti del circo e pungenti considerazioni sui procuratori e sulla realtà affaristica che circonda il rutilante mondo del pallone.
Vittorio Negrelli