Firenze, per i 90 anni di LuisaViaRoma, la sfilata con Irina Shayk, Gigi Hadid e le altre top model

video Cinquemila persone per la festa dei 90 anni di LuisaViaRoma il negozio multibrand fiorentino che è anche uno dei più importanti portali di ecommerce del mondo della moda. Novanta top model hanno sfilato al piazzale Michelangelo. In pedana, sotto il David, ottanta marchi: da Prada a Gucci, da Alaia a Louboutin, da Scervino a Burberry, da Miu Miu a Saint Laurent, Ferragamo e ValentinoI capi sono stati indossati dalle top model più celebri che spaziano dagli anni '90 fino ai nostri giorni. Dalle veterena Eva Herzigova, Guinevere VanSeenus, Kirsten Owen, Noemie Lenoir fino alle top del momento come Gigi e Bella Hadid, Irina Shayk, Karolina Kurkova e Mariacarla Boscono. Video di Giulio Schoen

Assessora Benassi: "Il biometano è positivo ma siamo preoccupati per l'arrivo di rifiuti da fuori Parma"

video In commissione consiliare Ambiente e Urbanistica (riunite in seduta congiunta) è stato affrontato il tema dell'impianto a biometano che un'azienda privata intende costruire di fianco all'inceneritore di Parma su un'area di seimila metri quadrati. L'assessora Tiziana Benassi ha sottolineato che la procedura autorizzativa, definita dalla delegata agli albori, è in capo ad Arpae. In attesa della conferenza dei servizi e della valutazione di impatto ambientale, Benassi ha espresso dubbi per il quantitativo di scarti provenienti da fuori Parma che sarebbero necessari ad alimentare l'impianto. Parliamo di 160mila tonnellate di rifiuto organico, più 51mila tonnellate di Soa e 10mila tonnellate di fanghi. Da valutare anche l'impatto del traffico sulla zona e gli odori. Emerso inoltre che a Reggio Emilia è in costruzione un impianto analogo che si farà carico dell'organico di Parma in un'ottica di equilibrio territoriale dato che nell'inceneritore di Ugozzolo finisce l'indifferenziato proveniente da oltre Enza. Il Consiglio comunale di Parma dovrà votare una eventuale variante urbanistica per rendere l'area conforme. Video di Francesco Nani

A Montegrotto l'installazione subacquea dedicata a Leonardo da Vinci

video Se Leonardo Da Vinci ha dettato le proporzioni della perfezione corporea con i suoi studi legati all’uomo e agli animali in movimento, Y-40® The Deep Joy è nel libro del Guinness dei Primati grazie alla sua profondità da record per una piscina: -42,15 metri, costruita a misura di “quell’uomo”. Il percorso in immersione, perfettamente visibile anche da chi preferisce non tuffarsi in acqua, prevede di incontrare gigantografie di opere d’arte, le riproduzioni dei disegni delle macchine più innovative con cui tentare di spiccare il volo, per esempio, ma anche dei bozzetti di studi anatomici umani e animali tracciati da Leonardo. I subacquei possono sfidare nelle proporzioni l’Uomo Vitruviano, posando all’interno del cerchio e del quadrato del celebre disegno, ricreato in legno dal maestro Bruno Gobbato, autore anche della copia, in scala ridotta, del suo paracaduteHotel Millepini

Cinema, agli studenti il segreto per fare l'attore. Gifuni: "Continuare a chiedersi perchè". Inaudi : "Essere folli e forti"

video Tre giorni di registrazioni e incontri al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, la più antica e prestigiosa scuola di cinema italiana, dove si stanno registrando le interviste che comporranno la terza serie di OffStage. Fabrizio Gifuni e Francesca Inaudi sono solo alcuni degli attori che si raccontano a Frediana Biasutti, davanti agli studenti del triennio di recitazione: un inedito e personale racconto in un'atmosfera coinvolgente di scambio intimo e leggero tra chi ce l'ha fatta e chi sogna, un giorno, di farcela. Il programma, prodotto da Rai Movie in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia, andrà in onda in autunno, in seconda serata. "Per fare l'attore bisogna essere un pò folli e molto forti", ha sottolineato l'attrice Francesca Inaudi. E Gifuni: "Formazione e studio, per fronteggiare questo mondo. E contnuare a chiedersi perchè". Da Valerio Aprea a a Giuseppe Fiorello, da Vittoria Puccini a Greta Scarano, gli altri attori "interrogati" dagli studenti. Video di Maria Cristina Massaro/Agf

Sorelle d'Italia - Maristella Smiraglia, il taekwondo nel dna: ''Al tutù ho preferito la cintura nera''

video Le "sorelle d'Italia" sono le atlete azzurre che hanno vinto medaglie e trofei negli ultimi anni, ma anche quelle che sognano di farlo alle prossime Olimpiadi. Volti e storie da scoprire a poco a poco: ogni settimana due nuove interviste. Nata a Foggia nel '96, Maristella è cresciuta in una famiglia in cui tutti praticano il taekwondo: mamma, papà e due fratelli. Da piccola ha alternato il combattimento alle lezioni di danza classica. Ma a tutù e piroette, ha capito ben presto di preferire "l'arte dei calci e dei pugni in volo", ovvero il taekwondo, sport da combattimento nato in Corea come arte marziale arrivato in Italia solo 50 anni fa. Oggi, oltre a far parte del Gruppo sportivo dei Carabinieri, Maristella si prepara con la Nazionale Azzurra per qualificarsi a Tokyo 2020 nel centro sportivo dell'Acqua Acetosa, a Roma. Allenamenti molto duri nei quali le ragazze combattono anche con i colleghi maschi. Intervista di Anna Silvia ZippelFilmmaker: Alberto Mascia e Leonardo MeutiMontaggio: Alberto Mascia