Ragazzi italiani andati all'estero. I video vincitori del Premio Vera Schiavazzi

video Menzione speciale al premio "Vera Schiavazzi" è andato a Valerio Berra e Ambra Orengo, allievi della Scuola di giornalismo Walter Tobagi di Milano. Hanno presentato un webdoc pubblicato sul sito della scuola dal titolo “Racconti a distanza”. Tre storie di partenze e ritorni, difficoltà e soddisfazioni narrate dalle madri, che sono rimaste qui e li aspettano a casa. La giuria ha valutato il lavoro come un "prodotto giornalistico completo, che integra bene le parti video a quelle scritte, corredando il tutto di documentazione e grafici attinenti il tema. La narrazione multimediale è equilibrata evitando il prevalere dell’immagine, che a volte può essere accattivante ma acritica, sulla problematicità delle storie. Il linguaggio scritto mantiene la sua funzione prioritaria di costruzione del pensiero. Le vicende dei protagonisti, i giovani Micol, Simone e Riccardo, s’interfacciano con le testimonianze, rispettivamente, della madre, dell’amico e del fratello. I racconti si collegano tra loro riferendo ai lettori la complessità di esperienze che coinvolgono, di fatto in un unico viaggio, chi parte e chi resta".Video: Premio Vera Schiavazzi

Ragazzi italiani andati all'estero. I video vincitori del Premio Vera Schiavazzi

video Menzione speciale al "Premio Vera Schiavazzi" per Caterina Grignani, ex allieva del Master in giornalismo “Giorgio Bocca”. Ha presentato il video “Mamma ho preso l'aereo” realizzato insieme a Maria Panariello. Secondo l’Aire in 10 anni il numero di italiani espatriati è aumentato di oltre il 60%. Secondo l’ultimo rapporto Istat la fascia di età in cui si registra la maggior parte delle partenze è quella tra i 25 e i 39 anni, oltre il 30% di questi ragazzi possiede una laurea o un master. Cosa li ha spinti a partire? Che condizioni di lavoro - o mancanza di lavoro - hanno lasciato? Lo abbiamo chiesto alle loro madri facendole parlare dalle camerette dei propri figli. E poi abbiamo dato spazio alle voci di questi giovani espatriati, risorse che l’Italia - come anche lo spettatore - non vedrà perché “l’Italia è già un Paese diverso”. Secondo i giudici del concorso il merito del lavoro è "uno sguardo originale con cui racconta la scelta dei ragazzi di andare a lavorare all'estero. Le madri sedute sui letti vuoti dei figli lontani propongono una scena troppo drammatica per essere reale. Appaiono piuttosto personaggi di un film di Almodovar, ironiche rappresentazioni dello stereotipo della mamma italiana afflitta dallo smembrarsi della famiglia. Ma non siamo nel cuore di una tragedia, come fu quella della grande migrazione verso l'America di inizio Novecento. La generazione Erasmus non ha valige di cartone, le capitali europee sono oggi più vicine alle nostre città di quanto non fossero le campagne nel secolo scorso. Grignani esce dallo stereotipo della cosiddetta fuga dei cervelli e questo filo ironico, questa capacità di raccontare uscendo dal solco del pensiero dominante, vale una segnalazione particolare".Video: Premio Vera Schiavazzi

Ragazzi italiani andati all'estero. I video vincitori del Premio Vera Schiavazzi

video Alessandra Borella è l'ex allieva del Master della Scuola di Giornalismo Radiotelevisivo di Perugia (2012-2014) che ha vinto il concorso "Vera Schiavazzi" con un video dal titolo “Siamo partiti”. Ha preso spunto dalla dichiarazione del 19 dicembre 2016 dell'allora ministro del Lavoro Giuliano Poletti ("Giovani all'estero? Alcuni è meglio non averli tra i piedi") e dalla risposta diventata virale sui social della giornalista Lara Lago, emigrata a 33 anni a Amsterdam per trovare un impiegonella quale spiega al ministro che cosa vuol dire lasciare il proprio paese. Borella è andata ad intervistare la Lago, che racconta la sua vita oggi in Olanda. La motivazione della vittoria? "Nel suo video inedito, intitolato proprio come il tema della seconda edizione del Premio Vera Schiavazzi, Noi siamo partiti, Alessandra Borella ha scelto di raccontare una storia capace di rappresentare tutti i lati positivi e nello stesso tempo negativi di questo fenomeno: la voglia e insieme la necessità, per i giovani italiani, di cercare all'estero occasioni di conoscenza e di formazione, sperando però anche di trovare un lavoro che da noi non c'è più. Alessandra lo ha fatto senza i pregiudizi e i piagnistei della retorica dei “cervelli in fuga”: la protagonista del suo video, tra l'altro una giovane giornalista che si afferma all'estero, ci restituisce tutte le sfaccettature di questa complessa realtà sociale e generazionale. Attraverso una assoluta scrittura giornalistica televisiva che riesce a trasmettere le informazioni e i valori umani di quella esperienza. Video: Premio Vera Schiavazzi

Roma, sgombero ex penicillina: manifestazioni contrapposte di Casapound e Movimenti per la casa

video A Roma due manifestazioni contrapposte nei pressi dell'ex fabbrica di penicillina dove vivono circa 400 persone. Edificio che dovrebbe essere tra i prossimi ad essere sgomberato. Da un lato della strada, alcune decine di militanti di Casapound per chiedere di sgomberare e rimpatriare gli occupanti dell'edificio, dall'altro, a poca distanza, i movimenti del diritto all'abitare e Potere al Popolo con un presidio antifascista, che chiedono la riqualificazione della struttura. di Martina Martelloni

Pd, saltano le modifiche allo statuto, Orfini: "Non c'era accordo, tutto rimandato al Congresso"

video Restano in sospeso le nuove norme del Pd che prevedevano, tra l'altro, la separazione tra il ruolo del segretario e quello del candidato premier. "Fin dall'origine avevamo deciso che avremmo portato le proposte all'attenzione dell'Assemblea solo con l'accordo di tutti - spiega il presidente Matteo Orfini -. Visto che sui punti più sensibili politicamente questo accordo non c'è, abbiamo optato per la soluzione alternativa, cioè offrire l'elaborazione che abbiamo fatto al dibattito congressuale". di Francesco Giovannetti

Tav, Gariglio occupa il Ministero dei Trasporti: "Mi negano l'atto sulla commissione costi benefici"

video Dopo aver chiesto per giorni l'atto di nomina dei componenti della commissione costi benefici sulla Tav al ministero dei Trasporti senza ottenere soddisfazione, il deputato dem torinese Davide Gariglio ha deciso di occupare la sala d'attesa del dicastero che ha sede a Porta Pia: “ Starò qui anche tutta la notte se è il caso – Annuncia Gariglio in un video pubblicato su Facebook – mi si dica per quali motivi non sono in grado di darmi questo decreto ministeriale”. Video: Facebook/Davide Gariglio

Piazza San Carlo, in un video inedito l'ingresso delle bottiglie di vetro oltre le transenne

video Così la sera del 3 giugno 2017 i venditori abusivi hanno fatto entrare migliaia di bottiglie di birra all'interno del recinto di transenne in piazza San Carlo, dove più tardi un'ondata di panico durante la finale di Champions League ha provocato la morte di una donna e il ferimento di altre 1526 persone, in gran parte proprio a causa dei cocci di quelle stesse bottiglie: il video è ora agli atti della Procura. di Sarah Martinenghi,video: Polizia scientifica

Taranto, la fine dell'Ilva: gli acquirenti di ArcelorMittal installano la nuova insegna

video La vecchia insegna non c'è più, l'Ilva non c'è più. Lo stabilimento siderurgico di Taranto mostra la sua nuova faccia: ArcelorMittal - i nuovi acquirenti - hanno immediatamente rimosso lo storico simbolo addossato sulla palazzina blu, sostituendolo con il loro logo. Comincia così la seconda vita dell'Ilva con ArcelorMittal, società subentrata l'1 novembre alla guida del siderurgico più grande d'EuropaAd hoc/ArcelorMittal