Torino, il parco dell'ex zoo Michelotti restituito alla città

video Il parco Giò, la piccola area giochi all'interno dell'ex zoo Michelotti, da anni in stato di abbandono è stata restitutita oggi alla città durante una piccola cerimonia a cui hanno preso parte la sindaca Chiara Appendino, l'assessore all'Ambiente Alberto Unia e alcune centinaia di residenti del quartiere Borgo Po. “Siamo riusciti a portare a termine questa riqualificazione grazie ai soldi che abbiamo recuperato dai fondi per le manutenzioni straordinarie – spiega l'assessore Unia –. Per quanto riguarda il resto del parco abbiamo già stanziato circa 950 mila euro per una serie di interventi di pulizia e demolizione che cominceremo una volta concluso il percorso di partecipazione che stiamo portando avanti con la popolazione”. di Alessandro Contaldo

Francia, rapinatore evade in elicottero: la fuga ripresa da un detenuto

video Il video mostra la fuga in elicottero di uno dei rapinatori più famosi di Francia, Redoine Faid, dal carcere di Reau, vicino Parigi, ripresa da un altro detenuto. Condannato a 25 anni di carcere, Faid era già fuggito nel 2013 usando la dinamite: questa volta invece è stato aiutato da tre complici armati di kalashnikov che hanno rubato un elicottero a Fontenay-Tresigny e preso in ostaggio il pilota. I tre hanno fatto irruzione nel penitenziario mentre l'uomo era a colloquio con suo fratello, in seguito arrestato dalla polizia. Poi hanno oscurato le telecamere di sicurezza e sono fuggiti in elicottero, abbandonandolo a circa 60 chilometri dal carcere e proseguendo la fuga in automobile. YouTube

Parma, esercito fa esplodere bomba rinvenuta nel fiume Taro

video Circa cinquemila abitanti di Borgotaro sono stati evacuati domenica mattina per permettere la rimozione e la dispolettatura di un ordigno bellico. L'operazione, compiuta dagli artificieri del 2/o Reggimento Genio Pontieri di Piacenza, è cominciata poco dopo le 10 ed è terminata attorno alle 13. La bomba è stata poi trasportata per la distruzione nella cava di Rubbiano. L'ordigno - una bomba d'aereo di fabbricazione americana risalente alla Seconda guerra mondiale, del peso di mille libbre (circa 500 kg) e con entrambi i congegni di attivazione - era venuto alla luce sul greto del Taro in località Ghiaia Campana, nei pressi di un ponte ferroviario. Immagini Rta Videotaro

All'ospedale San Martino musica e balli fino a notte, degenti in rivolta

video “Una sorta di rave party”, sentenzia Enrico Boccone, del Nursing Up, il sindacato degli infermieri più rappresentativo all’interno dell’ospedale San Martino. Tant’è. Quelli che stavano un po’ meno peggio (come stato di salute) quantomeno si sono stupiti. Gli altri, i degenti che venerdì sera stavano proprio male e che magari durante la giornata avevano subito un intervento chirurgico, si sono indignati al punto che qualcuno avrebbe voluto chiamare i carabinieri. E già, perché al Castello Simon Boccanegra del San Martino l’altro ieri è stata una notte da fracasso. Musica a tutto volume e oltre 400 persone a far festa, a ballare e urlare. Un ricevimento collaterale al convegno che ha visto riuniti a Genova ricercatori provenienti da tutta Italia. La struttura, solitamente dedicata alle attività culturali e di rappresentanza dell’ospedale, per una sera trasformata in discoteca. Fino alla mezzanotte. Senza il minimo rispetto per chi sta male. Vicinissimi a tutti i padiglioni ospedalieri. A trenta metri dalle finestre del Monoblocco, dell’edificio dove sono collocati i reparti come la Rianimazione, la Terapia Intensiva e la Cardiologia, le Chirurgie. Il direttore generale Giovanni Ucci ieri ne ha parlato come di un vero successo, quasi come non fosse stato informato delle lamentele dei degenti: «Una cosa bellissima, abbiamo ospitato giovani ricercatori di Neurologia per il convegno, e venerdì sera abbiamo fatto il ricevimento al Boccanegra. È il primo evento di questo tipo in occasione dell’acquisizione come Irccs (istituto di ricerca) della specialità di Neuroscienze, oltre l’Oncologia che avevamo già». di Giuseppe Filetto

Palermo, l'open day in acqua con i bimbi autistici

video Un open day che ha ospitato al club Sporting di Palermo circa cinquanta bambini e ragazzi con spettro autistico insieme ai loro terapisti e supervisori. Una giornata trascorsa in allegria, praticando attività ludiche e sportive in piscina. Presenti le dottoresse Giuliana Cardella e Maria Pia Pellerito, supervisor del Centro ABA, (Applied Behavioral Analysis, ovvero "analisi applicata del comportamento" per il trattamento dell'autismo), insieme al "padrone di casa", Giulio Polidoro, che pratica la Terapia Multisistemica in Acqua (TMA) e che sempre allo Sporting organizza un "Tempo d'estate" inclusivo. di Licia Raimondi

Firenze, allarme bomba al Partito Democratico: "Atto intimidatorio, ci riporta indietro di decenni"

video Una sedia con due bombolette legate alla sua base fatta brillare dagli artificieri della Polizia di fronte alla sede del Partito Democratico a Firenze. L'allarme bomba è scattato attorno alle 9.30 del mattino quando un residente, insospettito dalla sedia, ha chiamato le forze dell'ordine. Sprovvista di innesco, e quindi non in grado di esplodere, la sedia parrebbe voler rappresentare un atto dimostrativo. La circolazione nella zona è stata parzialmente interrotta con i residenti in strada al momento in cui gli artificieri della polizia hanno fatto brillare l'oggetto. Il segretario dem Massimiliano Piccioli: "Un atto gravissimo che è il sintomo del momento sociale che viviamo ma che - spiega - non ci fa paura. Certo, sembra di essere tornati indietro di decenni".video di ANDREA LATTANZI