Rovereto, alla fermata ci sono solo profughi: l'autista non si ferma

video Siamo a Marco, frazione di Rovereto, in Trentino-Alto Adige. L'autista della linea Trentino Trasporti Moreno Salvetti, 42 anni, rischia il licenziamento: diversi profughi denunciano che l'uomo per varie volte non si è fermato per farli salire sul suo autobus. Salvetti è un ex assessore, ora consigliere comunale di Avio (eletto in una lista civica). La Uil Trasporti lo difende, sostendendo in una nota che si sarebbe trattato di un equivoco. In pratica - si sostiene - l'uomo non avrebbe visto i migranti fare cenno di fermarsi (ma osservando il video sembrerebbe il contrario). Sul caso interviene anche la neo-deputata della Lega Nord Vanessa Cattoi: "Solidarietà all'autista di Trentino Trasporti che rischia il licenziamento - dichiara - Scelte come queste rischiano di alimentare ulteriormente l'insofferenza dei cittadini nei confronti della presenza di migranti". Nel giugno scorso Salvetti su Facebook aveva augurato al presidente della Provincia Ugo Rossi di fare la stessa fine dell’orsa Kj2 (cioè di morire). Poi aveva cancellato il commento. video Trentino

Tempo di Libri, Cognetti: "Himalaya viaggio interiore, raccontare quell'emozione la mia sfida"

video "C'è un suono che sento solo in montagna, provare a raccontarlo a parole è difficile". All'arena Robinson, lo spazio di Repubblica alla fiera internazionale dell'editoria Tempo di Libri di Milano, lo scrittore Paolo Cognetti, intervistato da Angelo Melone, ha raccontato l'esperienza sull’Himalaya che ha ispirato il suo libro 'Le otto montagne', vincitore del Premio Strega 2017. "La nostra vita è sempre più tecnologica, urbana e artificiale - ha detto -, il successo del mio libro credo sia figlio del bisogno dell’uomo di riavvicinarsi alla terra. Cercano quello di cui sono fatti e dal quale si sentono allontanati". video di Edoardo Bianchi

Tempo di libri, Bolle ai giovani: "Non cercate scorciatoie, i sacrifici vengono ripagati"

video Centinaia di persone, moltissime ragazze e ragazzi, all'arena Robinson, lo spazio di Repubblica alla fiera internazionale dell'editoria Tempo di Libri di Milano, per accogliere e salutare Roberto Bolle, l'Étoile del Teatro alla Scala di Milano e Principal Dancer dell'American Ballet Theatre di New York. Che ha confessato: “Tra i 12 e i 14 anni avevo pensato di lasciare. Fortunatamente, poi, ha vinto la passione per quest’arte".
di Edoardo Bianchi