Immunoterapia, Cart e spazio ai pazienti: obiettivo cronicizzare il cancro

video Da Chicago il "punto" finale di Daniela Minerva su Asco 2017, il più importante congresso di oncologia che ha chiuso i battenti. Tante le battaglie aperte: i nuovi farmaci immunologici che allungano la vita a pazienti fino a qualche anno fa quasi condannati, alle cellule immunitarie "istruite" a colpire solo "quel" determinato tumore, alla biopsia liquida che potrebbe predire la malattia. Ma la persona umana e la sua vita sono al centro di tutto

Bari, la cerimonia dei carabinieri per il 203esimo anniversario dell'Arma

video Rapine in calo del 21 per cento. E' uno dati emersi nel corso della cerimonia per i 203 anni di storia dell'Arma dei carabinieri, a Bari nella caserma Porcelli, sede del comando dell'11° Battaglione carabinieri Puglia. Una cerimonia avvenuta, come di consueto, alla presenza di autorità religiose, civili e militari e di una rappresentanza degli orfani delle vittime del dovere della città di Bari. E' stato schierato un battaglione di formazione che ha reso gli onori al comandante della Legione carabinieri Puglia, generale Giovanni Cataldo, il quale ha passato in rassegna i reparti dando poi lettura di un bilancio delle attività dell'Arma, che nel 2016 ha effettuato 2 milioni di ore di pattugliamento e perlustrazioni del territorio regionale. Quanto ai reati, si è verificato un decremento generale del 21 per cento nelle rapine. In calo anche i furti (-11 per cento)

Flash Mob del San Carlo per promuovere lo spettacolo Manon Lescaut

video Girano in costume tra piazza Trieste e Trento, via Roma e via Chiaia. Attrici e figuranti portano con sé un rotolo di carta pronto da "firmare" con l'hashtag "#manon". E' l' iniziativa promossa dal Teatro San Carlo, insieme a numerose associazioni. Il flash mob è volto a sensibilizzare l'opinione pubblica su un problema di cui si parla poco: lo sfruttamento delle donne nigeriane nel mercato italiano della prostituzione. Un tema, questo, che torna anche nel "Manon Lescaut" di Giacomo Puccini in programma al Lirico dal 15 al 21 in una nuova produzione firmata Davide Livermore. (mauro verde)

G7 sull'ambiente, tensione a Bologna: tafferugli manifestanti-polizia

video Primo giorno di eventi legati al G7 sull'ambiente e prime tensioni a Bologna. Nel pomeriggio ci sono stati alcuni tafferugli in via Azzo Gardino, vicino la Cineteca, dov'era in programma l'inaugurazione di una rassegna cinematografica con la partecipazione annunciata del ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti. Un video della scena è stato pubblicato sulla pagina Facebook della rete G7m, che si è formata per riunire diverse sigle intenzionate a contestare il summit. Nelle immagini si vede un gruppo di manifestanti, con cartelli e striscione, arrivare a contatto con un cordone di poliziotti.

Un ballo in Galleria per la giornata dell'ambiente: il flash mob a Milano

video Un gruppo di ragazze balla al centro della Galleria Vittorio Emanuele, a Milano, sulle note della canzone One Million People For Soil: è il flash mob organizzato da Legambiente che in occasione della giornata mondiale dell’ambiente ha lanciato la campagna #salvailsuolo. Il brano scelto è quello ufficiale della petizione europea People4Soil, che riunisce 500 associazioni di tutta Europa in una raccolta firme per un legge europea a tutela del suolo da cementificazione, speculazioni edilizie, contaminazione e degrado (video da Twitter di Legambiente)

La violinista pugliese balla e suona 'Despacito': il video è subito virale

video I tormentoni, si sa, richiamano decine di interpretazioni alternative. Ma questa ha davvero conquistato fan in tutto il mondo. Despacito in questa versione con il violino ha fatto registrare oltre 6 milioni di visualizzazioni su Facebook. Merito della musicista pugliese Chiara Conte, ormai specialista nel reinterpretare brani famosi e improvvisare con il suo violino anche durante i ricevimenti nuziali (come in questo caso). E così la canzone di Luis Fonsi, autentica ossessione online e nelle radio, trova una chiave diversa e molto apprezzata (Gianvito Rutigliano)

Rogo di Centocelle, la rabbia del padre delle vittime "Seferovic già ci aveva provato''

video «Nell’omicidio delle mie figlie è coinvolta tutta la famiglia Seferovic». Ne è convinto Romano Halilovich, il padre di Francesca, Angelica, Elisabeth (quattro, otto e venti anni), morte nel rogo che ha avvolto il camper della famiglia rom, il 10 maggio scorso, nel parcheggio sul retro del centro commerciale a Centocelle, periferia Est di Roma. Nel giorno della scarcerazione di Serif, il 20enne fermato quattro giorni fa a Torino, il capofamiglia si sfoga: «È inaccettabile». Romano chiede adesso «di poter vedere le immagini riprese dalle telecamere del centro commerciale per poter riconoscere l’assassino». L’uomo svela anche un primo attentato incendiario che avrebbe subito il 5 maggio al parcheggio di scambio della metropolitana, a Ponte Mammolo. Infine torna sulla notte del triplice omicidio: «Ho provato a spegnere il fuoco con le mani – ricorda – le ferite sul mio corpo si stanno rimarginando, mi resta un buco nel cuore. Una ferita che non guarirà mai». video di Luca Monaco e Cristina Pantaleoni