Primarie Pd, Orlando: "Congratulazioni a Renzi, ora partito torni tra persone che soffrono"

video "Mi congratulo con Renzi per la vittoria molto ampia. Ora dobbiamo ricostruire un patto con gli italiani su basi diverse, in particolare con quei pezzi di società più distanti dalla nostra proposta politica, e che spesso sono i settori popolari della società italiana". Cosi Andrea Orlando in conferenza stampa presso il suo comitato commenta la vittoria di Matteo Renzi alle primarie del Partito Democratico.video di Cristina Pantaleoni

Primarie Pd, Renzi: "Congresso non è rivincita, inizia pagina nuova"

video ''Il congresso segna l'inizio di una pagina nuova, non è la rivincita o il secondo tempo della solita partita’’. Così Matteo Renzi durante il suo intervento dal Nazareno, dopo le Primarie che lo hanno eletto nuovamente segretario del Partito Democratico. ''Ha vinto tutto il Pd, ma soprattutto quello che non si è vergognato delle cose fatte in questi anni''. - H24, Immagini di Gianmarco Panucci, Montaggio Valerio Argenio

La giornata in 90 secondi: 30 aprile 2017

video Brexit, La premier britannica May respinge le linee guida dell’Ue. Al Gran Premio di Russia. Vince il finlandese Valtteri Bottas che beffa le Ferrari di Vettel e Raikkonen. Friuli, finse di somministrare i vaccini: 7 mila bambini dovranno ripetere l'iniezione. La Procura di Udine apre inchiesta. Milano, schianto mortale nella notte, uno dei guidatori fugge a piedi e non soccorre l'altro che muore. Arrestato. E' morto Rino Zurzolo, fu il contrabbassista di Pino Daniele. Aveva il cancro, si è spento a 59 anni. Muoino due alpinisti sul versante teramanto del Gran sasso d'Italia (di Andrea Magrini)

Ivano Martinelli, il primo alpino a Treviso: "Da me un caffè per tutti"

video TREVISO. «Me sciupà na goma». Poi, poco dopo Piacenza, si è accorto che al suo camper si era pure rotto il filo del freno. Chiunque, dopo essersi svegliato alle 4 del mattino sotto una pioggia torrenziale, dopo questi contrattempi, se ne sarebbe tornato a casa. Con buona pace dell’Adunata, degli alpini e delle penne nere. Chiunque, ma non Ivano Martinelli. Ha partecipato a 38 adunate, e da 17 edizioni arriva per primo. Poteva non onorare questa tradizione? Ovviamente la domanda è retorica. Con il piglio di chi ha fatto dell’accoglienza un modo di vivere, apre la porta del camper e chiede: «Posso offrire qualcosa? Una fetta di prosciutto, un caffè, un po’ di salame?». Ivano è il cuore grande degli alpini, l’ospitalità, la gioia di ritrovarsi «con quei matti». «Ora aspetto che arrivi Piero, da Bergamo». È la parlata di Ivano Martinelli, classe 1945, che racconta la sua storia. L'ARTICOLO

Ivano Martinelli, il primo alpino, con i bambini di Treviso

video TREVISO. «Me sciupà na goma». Poi, poco dopo Piacenza, si è accorto che al suo camper si era pure rotto il filo del freno. Chiunque, dopo essersi svegliato alle 4 del mattino sotto una pioggia torrenziale, dopo questi contrattempi, se ne sarebbe tornato a casa. Con buona pace dell’Adunata, degli alpini e delle penne nere. Chiunque, ma non Ivano Martinelli. Ha partecipato a 38 adunate, e da 17 edizioni arriva per primo. Poteva non onorare questa tradizione? Ovviamente la domanda è retorica. Con il piglio di chi ha fatto dell’accoglienza un modo di vivere, apre la porta del camper e chiede: «Posso offrire qualcosa? Una fetta di prosciutto, un caffè, un po’ di salame?». Ivano è il cuore grande degli alpini, l’ospitalità, la gioia di ritrovarsi «con quei matti». «Ora aspetto che arrivi Piero, da Bergamo». È la parlata di Ivano Martinelli, classe 1945, che racconta la sua storia. L'ARTICOLO