Il Papa agli YouTubers: ''Non servono 'Parole Parole' come cantava Mina, basta un abbraccio''

video Papa Francesco ha risposto alle domande dei trenta Youtubers che lo hanno interrogato nel convegno di Scholas occurrentes, una fondazione internazionale nata per volere di Bergoglio nell'estate del 2013, per promuovere l'integrazione sociale e la cultura dell'incontro per la pace. Gli Youtubers hanno dialogato privatamente con papa Francesco. L'unica italiana del gruppo è stata Greta Menchi che, in questo estratto dall'incontro privato, domanda a Bergoglio come aiutare chi sta attraversando un momento di buio esistenziale. "Avete la responsabilità di aiutare attarverso il vostro sistema virtuale a recuperare il linguaggio dei gesti". E poi cita la canzone "Parole, parole" di Mina. "Non servono - ha aggiunto papa Francesco - basta un abbraccio, un bacio, stare in silenzio. Niente di più"

Migranti, Boldrini: ''Inaccettabili le morti in mare''

video "Un anno fa, il tema all'ordine del giorno della nostra assemblea era quello delle migrazioni. Anche oggi, continuiamo a parlarne. Nel frattempo, cos'è successo? I naufragi ormai non si contano più, così come i morti in mare". Così la presidente della Camera Laura Boldrini al vertice dei presidenti dei Parlamenti dell'Unione Mediterranea in corso a Tangeri in Marocco

Caltanissetta, migranti accampati sotto al cavalcavia. Da mesi in attesa dell'asilo

video Vivono sotto un cavalcavia, a pochi metri dal centro d'accoglienza di Pian del Lago, a Caltanissetta. Sono una trentina i migranti che dormono in un campo improvvisato: attendono i documenti o non riescono a entrare al centro. "Sono qui per avere il permesso di soggiorno, ogni mattina vado al centro e mi metto in lista per essere ricevuto. Loro ti danno un appuntamento, ma possono passare anche settimane. Voglio rimanere perché ho bisogno dei documenti per trovare un lavoro", racconta un ragazzo. (di Claudia Brunetto e Giorgio Ruta)

Milano, Assange a Wired: "Wikileaks non crea scandali. Le nostre sono verità incofutabili"

video "Non si tratta di creare scandali, anche se gli scandali servono. Noi vogliamo dare informazioni utili per capire il mondo e al momento, anche se ci hanno attaccato, abbiamo pubblicato documenti e verità inconfutabili". Così Julian Assange, giornalista e cofondatore di Wikileaks, in collegamento dall'ambasciata dell'Ecuador a Londra per il festival di Wired, a Milano. Assange ha parlato del ruolo di Wikileaks e dell'importanza di Internet per le personeVideo di Alberto Marzocchi