TgR Umbria, l'eroica conduzione del giornalista: ''Problemi tecnici, chiudiamo in anticipo''

video Si chiama Rosario Carello l'eroico giornalista del TgR Umbria, andato in onda su Rai3 alle 19:30 del 13 marzo. Carello ha portato a termine la difficile conduzione del telegiornale regionale nonostante un problema tecnico che per molti minuti non ha permesso di far lanciare i servizi video. Il giornalista ha provato ad andare avanti fino a quando si è visto costretto a terminare l'edizione in anticipoVideo Rai

Cronaca Italiana, le notizie del 14 marzo

video Ecco cosa è successo oggi: - Putin ha ritirato a sorpresa "la maggior parte delle truppe" dalla Siria: "Missione compiuta". Il Cremlino vuole favorire la pace - Due italiani sono stati uccisi in Zimbabwe. I due, padre e figlio, erano a fare un safari e sarebbero stati scambiati per bracconieri - Condannato a un anno e otto mesi il figlio di Umberto Bossi, Riccardo per spese da 158 mila euro con i fondi della Lega - Partita dalla base russa di Bajkonur la missione europea ExoMars. Lo studio si concentrerà sulla ricerca della vita su Marte. Italia capofila nel progetto

Le candidate sotto attacco

video Bertolaso a Giorgia Meloni: "Deve fare la mamma". E poi gli insulti a Patrizia Bedori, ex candidata M5S a Milano. E infine la campagna sessista sul referendum del 17 aprile: "Trivella tua sorella". Sono gli auguri (in ritardo) della politica alle donne. (a cura di Marianna Bruschi)

A Venezia il record di Ugo: 340 multe in due anni

video Un giorno sì e uno no Ugo Bacci, da vent'anni motoscafista a Venezia, prende una multa. È arrivato a dover pagare 80mila euro. Perché tutte queste sanzioni? La sua licenza prevede restrizioni per zone e orari. Per esempio può passare nel Canal Grande solo dalle 16 alle 22 ma senza clienti. «Restrizioni assurde», sottolinea lui. È una battaglia che va avanti da tempo. Per approfondire: L'ARTICOLO DELLA NUOVA VENEZIA

Siria, i dati Oxfam: "12 milioni senza acqua, 9 senza cibo. Il quinto anno di guerra è il peggiore"

video Un rapporto della Ong denuncia la situazione umanitaria sempre più grave in Siria. Il conflitto che sta devastando da cinque anni il paese ha già prodotto 250.000 vittime. Le responsabilità delle grandi potenze e dell'Onu, la campagna #WithSyria #Adessobasta per firmare un appello per la protezione della popolazione civile. E a Firenze fino al 16 marzo l'accensione di monumenti e installazioni artistiche come simbolo di vicinanza a chi fugge dal conflitto. Ospite a Repubblica Tv Riccardo Sansone, coordinatore emergenze umanitarie Oxfam. Conduce Francesco Fasiolo.