Lima, paracadutista resta impigliato nell'aereo in volo

video Tragedia sfiorata a Lima, in Perù, dove un paracadutista dopo essersi lanciato da un aereo in volo a 3mila metri si è impigliato all'esterno del velivolo. Increduli a terra gli amici e i colleghi che hanno atteso per circa 30 minuti Fernando Gava, un atleta professionista, salvo grazie ad essere riuscito a tagliare la cinghia del paracadute riuscendo così a liberarsi. Buono l'atterraggio grazie al paracadute di emergenza: Gava ha riportato solo qualche ferita alla mano(video Vimeo)

Vatileaks, Fittipaldi indagato: "Il potere contrattacca, ma non ho nulla da temere"

video "Quando facciamo giornalismo d'inchiesta e raccontiamo scandali e segreti, il potere reagisce e contrattacca". Questo il commento del giornalista dell'Espresso Emiliano Fittipaldi, indagato - con il collega Gianluigi Nuzzi - nell'ambito dell'inchiesta vaticana sulla fuga di documenti riservati della Santa Sede. "E' un rischio che fa parte del mestiere - aggiunge - Me lo aspettavo. Ma non ho nulla da temere, il libro è vero, non si riesce a capire quali accuse mi si possano rivolgere"a cura di Valeria Teodonio

Cerro Maggiore, crolla palazzina per fuga di gas: vigili del fuoco a lavoro

video Un'esplosione ha raso al suolo una casa di corte a Cantalupo, frazione di Cerro Maggiore, nel Milanese. Sul posto sono state fatte convergere squadre di pompieri da quasi tutte le provincie lombarde, oltre al nucleo cinofili per cercare altre eventuali vittime oltre a una donna di 80 anni che abitava nella villetta coinvolta dalla fuga di gas che ha generato il violentissimo scoppio avvenuto intorno alle 16

Netanyahu, etichettatura merci: ''L'Ue deve vergognarsi''

video Da Tel Aviv non hanno preso bene la decisione della commissione europea di indicare sull'etichetta dei prodotti israeliani se questi provengono da insediamenti illegali, ossia da quei territori sui quali non dovrebbero essere costruite nè abitazioni nè aziende israeliane, come da accordi internazionali. Il primo ministro Benjamin Netanyahu ha pertanto definito la decisione come "ipocrita", e ha affermato che invece "l'Ue dovrebbe vergognarsi" in quanto, a suo dire, da bruxelles seguirebbero un "doppio standard", focalizzandosi sulla crisi israelo-palestinese, e ignorando "gli altri 200 conflitti in giro per il mondo". Inoltre, ha proseguito il capo del governo, l'ue sta etichettando per conto di quegli stessi palestinesi che conducono attacchi terroristici contro di noi"