Norman, il procuratore: 'Il relitto a Brindisi, ecco come procederemo'

video Lo scafo del Norman Atlantic non halesioni e quindi "non ci sono rischi di sversamento". Lo ha assicurato il procuratore di Bari Giuseppe Volpe, che ha spiegato come i tecnici del Rin abbiano sconsigliato di spostare il relitto, ispezionato per il terzo giorno consecutivo. "Sappiamo - ha aggiunto - che all'interno ci sono derrate alimentari e la nostra preoccupazione è arrivare alla rimozione dei mezzi contenuti nel garage comprese le derrate alimentari deperibili". Se non sarà possibile rimorchiare il relitto a Bari, ha aggiunto, potrebbe essere comunque spostato su una banchina più idonea a Brindisi dove "tagliare il portellone di poppa per estrarre i veicoli e farli dettagliatamente analizzare dai tecnici e dai medici legali"Video di MICHELE PISCITELLI

Proietti show tra i detenuti di Rebibbia

video Pranzo d'inizio anno eccezionale per i detenuti del carcere romano di Rebibbia. Ospite d'onore uno degli attori più amati e popolari di Roma, Gigi Proietti. Proietti, più volte applaudito, ha raccontato due barzellette e accennato brevemente a una canzone del suo repertorio. "I detenuti mi hanno riservato un'accoglienza così calorosa da risultare inspiegabile (video di MariaCristina Massaro/Agf)GUARDA LE FOTO

Norman Atlantic, la capitaneria: ''Misurazioni per scoprire eventuali criticità strutturali''

video Mentre la Norman Atlantic nel porto di Brindisi continua a emettere fumo, il comandante della Capitaneria di porto di Brindisi Mario Valente ha dato l'ok per un tentativo di accesso al ponte 3 della nave nonostante le condizioni a bordo siano ancora molto difficili per i focolai e il fumo. La Procura di Bari intanto ha rinviato a lunedì prossimo l'affidamento dell'incarico per le autopsie. Il rinvio è stato necessario per consentire all'ambasciata greca di notificare l'avviso dell'accertamento irripetibile ai due indagati della società Anek. Il Codacons ha depositato la propria costituzione di parte offesa al pm

Hong Kong: apre un albergo dedicato alla "protesta degli ombrelli"

video Nell'ex colonia britannica ha aperto i battenti una struttura alberghiera dedicata alle proteste dei giovani, che nei mesi scorsi hanno chiesto al governo cinese più democrazia. Si chiama “Revolution Umbrella Experience”, e propone alla clientela di rivivere quell'esperienza. Gli ospiti troveranno cimeli reali, dai cartelli agli striscioni, dalle tende ai sacchi a pelo, dentro ai quali dormire, per 13 dollari a notte. A cura di Ermanno Accardi