Benigni: "Forse ho esagerato, c'è chi mi vuole dare l'8 per mille"

video Ha ringraziato il pubblico scherzando sulla complessità del tema trattato: Roberto Benigni ha aperto così la seconda serata dedicata ai Dieci comandamenti su Rai1. "Grazie, quasi 10 milioni è un numero di persone enorme, inaspettato per temi come Dio, l'anima, l'aldilà, l'infinito", ha esordito. "Vorrei ringraziarvi tutti uno a uno, mandarvi una torta, un mazzo di fiori, 80 euro". Poi ha continuato: "Forse ho esagerato un po', la gente oggi mi ha fermato: chi si voleva confessare, chi mi ha chiesto se ero libero per un battesimo, c'è gente che vuole destinarmi l'otto per mille addirittura, un altro mi ha chiesto l'indirizzo della parrocchia o mi ha prenotato per la messa di Natale. Ma non è un Natale facile quest'anno: in tanti rimangono a casa, altri sono ai domiciliari", ha ironizzato il premio Oscar

Milano, 10mila Swarovski per l'albero di Natale della Galleria

video Mancava dalla Galleria di Milano dal 2008, ma oggi il grande albero di Natale Swarovski è tornato ad accendersi nel salotto buono di Milano. Dieci mila cristalli appesi e migliaia di luci fanno bella mostra di sé. In tanti, questa sera, si sono fermati per ammirare la cerimonia di accensione dell'albero. Da Swarovski hanno già fatto sapere che l'albero ci sarà anche per il prossimo anno video di Tiziano Scolari

Caso Loris, imbarazzo dalla D'Urso: il collegamento è finto

video Fuorionda imbarazzante a casa D'Urso. La trasmissione 'Pomeriggio Cinque' dell'11 dicembre si è fermata sul caso di cronaca di Loris. In collegamento da Santa Croce di Camerina c'era l'inviata Alessandra Borgia che, fortuitamente, si trovava proprio a due passi da Orazio Fidone, il cacciatore che per primo ha trovato il corpo del bimbo. Ma l'incontro casuale era tutta una messinscena. A svelarlo, Striscia la Notizia, con il fuorionda che racconta passo dopo passo l'accordo tra la Borgia e Fidone

Napolitano: "Parlare di voto anticipato o scissioni porta instabilità"

video Parlare di elezioni anticipate o di scissioni anche all'interno del partito di maggioranza "è solo tempo, e inchiostro, che si sottrae all'esame dei problemi reali, anche politici, che sono sul tappeto. E' solo un confuso, nervoso agitarsi che torna ad evocare, in quanti seguono le vicende dell'Italia, lo spettro dell'instabilità. E il danno può essere grave". Lo dice il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nel corso della cerimonia al Quirinale per lo scambio di auguri con le alte cariche dello Stato