The Wrestler, in tv la seconda vita di Rourke

video E' il film che ha segnato il ritorno sullo schermo di Mickey Rourke. E ha rivelato al pubblico il suo cambiamento, quel volto segnato dal tempo e dagli eccessi. Questa sera alle 21.20 su Rai Movie va in onda "The Wrestler", il film diretto nel 2008 da Darren Aronofsky. L'attore interpreta il ruolo del wrestler professionista, Randy "The Ram" Robinson: alla fine degli anni Ottanta al culmine della carriera poi, per tirare avanti, costretto ad esibirsi nelle palestre dei licei e nelle comunità del New Jersy. Allontanatosi dalla figlia (Evan Rachel Wood), incapace di sostenere un vero rapporto, vive per il brivido dello show, per l'adrenalina del combattimento e per il consenso dei pochi fan che gli sono rimasti. Colpito da infarto durante un match, viene obbligato dal suo medico a smettere. Prova a cominciare una nuova vita: trova lavoro in una tavola calda, tenta di riallacciare i rapporti con la figlia e inizia una relazione con una spogliarellista (Marisa Tomei). Per un breve periodo le cose sembrano funzionare, ma il richiamo della ribalta è troppo forte... Un film vincitore di due Golden Globe (miglior attore in un film drammatico a Mickey Rourke e migliore canzone originale a Bruce Springsteen), una storia drammatica e cupa e un grande protagonista.

Battibecco Bindi-Arcigay: 'Il matrimonio è per eterosessuali'

video Il presidente del Pd Rosy Bindi è stata contestata da un dirigente omosessuale di Sel, Genova alla festa del Pd. "Mi può dire perché non vuole che io mi sposi?" ha chiesto il dirigente di ArciGay Valerio Barbini alla presidente del Pd. Che ha così risposto: "Io ti auguro di fare tutto quello che vuoi nella vita, ma in questo Paese c'è la Costituzione. Il Pd ha preso un impegno preciso sulle unioni omosessuali, credo che sia una cosa molto importante. Io penso che sia un istituto pensato storicamente per gli eterosessuali. Potreste avere più fantasia inventandone uno vostro" (video di Fabrizio Cerignale)

Figuraccia Nokia, il video non era girato dal Lumia

video E' bastato un singolo fotogramma di uno spot a esporre la Nokia a una figuraccia di dimensioni mondiali. Il colosso finlandese è stato costretto a scusarsi dopo che si è scoperto che il filmato diffuso per pubblicizzare le qualità del suo stabilizzatore d'immagine OIS in realtà era stato girato con un altro tipo di fotocamera. Il video, mostrato anche alla conferenza stampa di presentazione del Lumia, comparava due filmati di una ragazza in bicicletta: uno registrato con lo stabilizzatore e l'altro senza. Peccato che al regista sia sfuggito un riflesso dal finestrino di un mezzo parcheggiato al lato della strada in cui si nota che a effettuare quella nitida ripresa non è il Nokia Lumia 920, ma un dispositivo diverso, apparentemente una fotocamera reflex