Napoli, la spiaggia libera è un miraggio

video Mamma, papà e due bambini tra i 4 e i 10 anni: una giornata al mare ad agosto, di sabato o domenica, in uno dei lidi di Posillipo, costa a una famiglia da un minimo di 25 euro a un massimo di 71 euro. E il costo sale man mano che ci si inerpica sulla collina affacciata sul golfo. La spiaggia libera, in genere piccola e maltenuta, è un miraggio. In particolare c'è un pezzetto di sabbia all’ombra di Palazzo Donn’Anna molto difficile da raggiungere. "È scomodo arrivarci – spiega Lucia, 47 anni – I lidi privati non fanno scendere dal loro ingresso. Bisogna per forza passare sotto il pontile dell’Elena, sul bagnasciuga, accovacciato come un ladro. Se sei vestito, ti bagni tutto. È un’umiliazione". Infatti da via Posillipo per raggiungere la spiaggia libera si scendono le scale dove c’è il cartello del lido "Ondina" e si arriva davanti a un cancello che è l'ingresso secondario dell'Elena. È chiuso, si bussa e apre un bagnino. "Il mio obbligo è garantire l’accesso alla battigia e lo faccio", spiega Mario Morra, fratello della titolare dell’Elena. Ma passando dall’entrata principale dello stabilimento privato le persone non sarebbero costrette a sgattaiolare sotto il pontile per guadagnare la spiaggia libera. Come se non bastasse, alle spalle della spiaggia libera vicino al Donn’Anna incombe il Pausilya, una spa a picco sul mare che ha già chiesto invano la concessione di quell’ultimo tratto libero di sabbia. di Alessio Gemma video Stefano Renna

Genova, crollo ponte, ispettore Mit: "Probabili concause, ok verifiche per messa in sicurezza tronconi"

video Il crollo di ponte Morandi potrebbe esser stato determinato da "una serie di concause" e non solo dalla rottura di uno strallo. Lo spiega Roberto Ferrazza, presidente della Commissione ispettiva del Mit, dopo il sopralluogo sulle macerie del viadotto. "Con un computer - spiega il tecnico - si sta ricostruendo la dinamica del crollo partendo dalla posizione dei blocchi di cemento caduti". Intanto la procura ha autorizzato le verifiche per la messa in sicurezza dei monconi dopo aver avuto il parere favorevole dei consulenti. "I risultati - assicura - arriverrano entro quattro giorni". Intervista di Simona Bolognesi, Radio Capital

Genova, crollo ponte Morandi: un fiume di carta pieno di pensieri e disegni in ricordo delle vittime

video C'è il disegno del ponte spezzato e la scritta "Genova unita", ma c'è anche la citazione di De Andrè: "Anche se voi vi credete assolti siete per sempre coinvolti". C'è la protesta ("Non voglio morire di grandi opere"), ma anche l'idea di un bambino che a riunire il Morandi spezzato, mentre cadono dal ponte auto e persone, ha messo un sacco di cuoricini rossi. I genovesi si sono ritrovati nel nome delle vittime in piazza De Ferrari e su un lungo rotolo di carta hanno raccontato dolore e rabbia. Una sorta digrande abbraccio alle vittime e ai loro familiari, un modo silenzioso ma intenso per sentirsi vicini dopo la tragedia, aspettando giustizia. H24 – immagini di Iacopo Altobelli, montaggio di Valerio Argenio

A Cherso i delfini saltano tre metri fuori dal mare

video L'eccezionale - seppur breve - filmato girato da Anja Toplek (e poi postato su Instagram) nelle acque del Quarnero, vicino alle spiagge dell'isola di Cherso a pochi chilometri di distanza dall'Istria: alcuni delfini si scatenano in salti ed evoluzioni. Il balzo più alto di un bellissimo esemplare di Tursiope è prodigioso: vola a oltre tre metri dalla superficie del mare.

A Cherso i delfini saltano tre metri fuori dal mare

video L'eccezionale - seppur breve - filmato girato da Anja Toplek (e poi postato su Instagram) nelle acque del Quarnero, vicino alle spiagge dell'isola di Cherso a pochi chilometri di distanza dall'Istria: alcuni delfini si scatenano in salti ed evoluzioni. Il balzo più alto di un bellissimo esemplare di Tursiope è prodigioso: vola a oltre tre metri dalla superficie del mare.

Uganda, la figuraccia del ministro: il 'calcio d'inizio' è un flop

video Gran brutta figura per Moses Ali, vice Primo Ministro dell'Uganda. Nel momento di dare il simbolico 'calcio d'inizio' agli eventi sportivi al Mandela National Stadium, a Kampala, il 79enne politico africano è scivolato ed è caduto rovinosamente a terra. Tra applausi misti a risate dei presenti, Ali è stato aiutato a rialzarsi da alcuni uomini presenti sulla pista d'atletica dello stadio.  Video: Facebook/Kawowo Sports

Iran: "Sistema l'hijab o sarai arrestata". La donna sfida il religioso e si toglie il velo

video Duro scontro in Iran tra una donna musulmana e un religioso. Al centro della disputa, una frase dell'uomo che le ha intimato di "sistemarsi bene l'hijab" altrimenti sarebbe stata arrestata. La donna ha risposto togliendosi il velo in maniera provocatoria. Il video è stato pubblicato su Facebook da Masih Alinejad, giornalista iraniana che porta avanti la battaglia delle donne per poter essere libere di decidere se indossare o meno il velo.  Video: Twitter/Masih Alinejad