Baobab, blitz della polizia nella tendopoli. "Per i migranti a Roma c'è solo la strada"

video Intervento delle forze dell’ordine questa mattina in via Cupa a Roma dove da settimane i volontari del centro Baobab, ormai chiuso da dicembre, hanno allestito una tendopoli per l'accoglienza dei migranti. Identificati 46 adulti e 25 minori. Barbieri (Medu): “Istituzioni impreparate, ma era prevedibile. Cosa intendono fare Raggi e Giachetti per risolvere il problema?” (di Andrea Scutellà)

La giornata in un minuto: 7 giugno 2016

video Autobomba nel centro di Istanbul contro pullman della polizia: 11 morti. Sara Di Pietrantonio, l'autopsia: era già morta quando è stata bruciata. Conegliano: morto durante l'arresto, agenti indagati. Parma, allarme bomba all'Efsa per una busta esplosiva. Silvio Berlusconi ricoverato dopo uno scompenso cardiaco. Comunali, il voto di Totti a chi crede in Roma2024. Giampiero Ventura è il nuovo ct della nazionale italiana. Ecco le notizie di oggi

Il "match" di Ali con la bimba di 3 anni che ora fa la ricercatrice a Cagliari

video CAGLIARI. Pochi giorni prima di combattere il celebre incontro di Kinshasa con Foreman, Muhammad Ali aveva fatto le "prove generali" del grande match per il titolo mondiale con una bambina di tre anni. Lei, Susanna Barsotti, oggi ricercatrice all'Università di Cagliari, seduta in grembo ai familiari aveva assestato una serie di destri alla spalla del grande campione. Lui, sorridendo, aveva simulato di essersi fatto molto male. E per tutta risposta aveva finto di mordere la mano della bambina. Tutto era finito in grandi risate e con i guantoni regalati alla vivace bimbetta che aveva tenuto testa al pugile che si preparava a diventare «il più grande». Video, immagini e racconto di quel simpatico siparietto sono tutti nelle pagine web curate dall'Ufficio stampa dell'Università di Cagliari. Era il 1974.

Roma Pride, le drag queen invitano a scendere in piazza

video In occasione dell'edizione 2016 del Roma pride, il circolo di cultura omosessuale Mario Mieli lancia un video che, con le armi dissacranti della satira e dell’autoironia, punta a contrastare i pregiudizi nei confronti di quest'evento, presenti anche all'interno della comunità lgbt. Capitanate da La Karl Du Pigne, la maggior parte delle drag queen di Roma hanno prestato il loro volto per invitare tutti a partecipare alla grande parata, con partenza da piazza della Repubblica. “E’ un inno, scanzonato e volutamente provocatorio, alla libertà di esprimersi ed essere se stessi”, spiegano Mario Colamarino, presidente del circolo di cultura omosessuale Mario e Mieli, e Diego Longobardi, direttore artistico di Muccassassina