Naufragio gommone, Oim: ''I morti sono 75 anche una donna''

video “Il gommone si è sgonfiato e hanno nuotato per sei ore prima di morire. Erano partiti dalla Libia venerdì scorso. Tra i morti c’è anche una donna”. L’Oim, Organizzazione internazionale per le migrazioni, ha raccolto al porto di Catania la testimonianza dei 27 superstiti sbarcati dalla Nave Orione della Marina Militare: “I morti sono settantacinque. I superstiti sono stati molto precisi a fornirci sia la nazionalità che la dinamica degli eventi” racconta Gilda Violato dell'Oim.(Video di Alessandro Puglia)

Sud Sudan, i tre anni di calvario dello Stato più giovane dell'Africa

video Da quando è scoppiato il conflitto armato in Sud Sudan, nel dicembre 2013, almeno 58 persone sono state uccise negli ospedali e in almeno sei occasioni questi ultimi sono stati saccheggiati o bruciati. Queste cifre non sono complessive, ma rispecchiano solo le informazioni raccolte da MSF in zone dove gestisce delle attività o dove ha condotto valutazioni mediche. Ospedali sono stati saccheggiati nelle città di Bor, Malakal, Bentiu, Nasir e Leer. E i danni vanno ben oltre gli atti di violenza in sé, perché le persone vulnerabili vengono tagliate fuori dal sistema sanitario proprio quando ne hanno un disperato bisogno. Alla vigilia del terzo anniversario del Sud Sudan, lo stato più giovane al mondo, Medici Senza Frontiere (MSF) ha pubblicato il drammatico rapporto "Il conflitto in Sud Sudan: Violenza contro l'assistenza medica" che questo video racconta per immagini.

Sarkozy: "Non ho mai tradito la fiducia dei francesi, i magistrati strumentalizzano"

video "Si sta facendo di tutto per daredi me un'immagine che non è conforme alla verità. Voglio dirlo a chi ci ascolta e a chi ci guarda: non ho mai tradito la loro fiducia. Mai ho commesso un atto contrario ai principi repubblicani o allo Stato di diritto", lo dice Nicolas Sarkozy nell'intervista concessa a TF1 e Europe 1. Sarkozy, indagato tra l'altro per corruzione in atti giudiziari."Per me - aggiunge - è arrivato il momento di spiegarmi, di prendere la parola. La notte che mi è stata riservata (ieri tra fermo giudiziario di 15 ore e interrogatorio fino alle 2 del mattino,ndr.) mi ha convinto ad esprimermi qui e adesso: sono profondamente scioccato".