Pozzallo, musulmani e cristiani pregano davanti alle bare dei migranti

video Cristiani e musulmani pregano insieme per i migranti morti davanti alle bare nel molo del porto di Pozzallo. L’Imam della Comunità di Scicli "Ziri" ha aperto la breve cerimonia religiosa, mentre il parroco del paese del Ragusano don Michele Iacono ha concluso recitando il Padre Nostro. "Non possiamo scegliere quando e dove morire, ma per noi vivi morire in questo modo è una tragedia. Purtroppo non possiamo farci niente" ha commentato l’Imam (video di Alessandro Puglia)

Milano, Subsonica come i Beatles: il concerto è sul terrazzo

video I Subsonica come i Beatles e gli U2, che a loro tempo suonarono sul tetto di un palazzo. Per la band di Samuel e Busta quella di oggi era la festa per la conclusione della realizzazione del nuovo album e la presentazione dei nuovi tablet Samsung. E i milanesi sono accorsi in massa al miniconcerto della band torinese. Tutti in delirio, a testa in su, a ballare come se si fosse in discoteca. "Il nuovo brano, Lazzaro, è un invito a tutti noi. A svegliarsi dall'apatia" ha spiegato il cantante Samuel(video di Tiziano Scolari)

Brasile 2014: Il coro dei tifosi argentini che irride la Seleçao

video Gli argentini hanno invaso San Paolo in occasione dell'ottavo di finale contro la Svizzera e dimostrano di essere i tifosi più calorosi del Mondiale. Hanno creato un coro che cantano ovunque, per le strade e nei ristoranti, e che schernisce e provoca la nazionale brasiliana. La canzone ricorda la vittoria dell'Argentina sul Brasile a Italia 90, ricostruendo l'azione iniziata da Maradona e rifinita in rete da Caniggia, e' il gol che decise quell'ottavo di finale e che eliminò la Selecao guidata da Sebastiao Lazaroni. Gli argentini concludono il coro con altre due provocazioni: la convinzione che Messi conquisterà il terzo Mondiale della storia della Celeste e che Maradona e' meglio di Pelé.(Video di Luigi Trapani Lombardo)

Immigrazione, Spagna: a Melilla si arriva anche così

video A Melilla, enclave spagnola nel nord del Marocco, la pressione migratoria aumenta. Arrivano ogni giorno, entrano nella città autonoma silenziosi, in tutti i modi possibili e immaginabili, nascosti nei container dei Tir, o nei sottofondi delle automobili, come si vede nel video. Passano dal vicino Marocco e pagano in contanti i trafficanti per un passaporto falso: la tariffa parte dai 2000 dollari. Siamo in territorio spagnolo, in europa, dunque davanti al CETI (Centro temporaneo di accoglienza) dove sono radunati un centinaio di siriani, che oggi sono i nuovi ospiti del centro.