Sea-Watch, Carola libera. La Finanza notifica l'ordinanza nella casa che la ospita ad Agrigento

video Il gip Alessandra Vella non ha convalidato l'arresto di Carola Rackete. Davanti all'abitazione in cui la comandante di Sea-Watch ha trascorso una notte e un giorno, un gruppetto di sostenitori ha festeggiato: "Scendi, Carola", ha detto una ragazza che ha portato dei fiori da donare alla capitana. Lei, Rackete, non è ancora scesa. Nell'appartamento è arrivata la Guardia di Finanza che ha notificato l'ordinanza del gip. Davanti all'edificio anche un contestatore: "Salvini è l'unico capitano", ha scritto su un cartello. video di Giorgio Ruta

Usa, suona il sassofono in aperta campagna: decine di mucche corrono ad ascoltarlo

video Un'esibizione che ha attirato decine di mucche è diventata virale sul web. A suonare il sassofono è Rick Herrmann, americano dell'Oregon, a filmare la scena è invece sua figlia Erin. "Mio padre mentre si esibisce davanti alle mucche suonando il sassofono", ha scritto la ragazza condividendo il video su Twitter. Il filmato ha rapidamente fatto il giro del web ed è stato condiviso milioni di volte sui social network. Twitter / Erin Herrmann

Universiade Napoli, de Magistris tedoforo: "Emozionante portare la fiaccola: da oggi si parla solo dei giochi"

video "Un onore per me portare la fiaccola dalla casa del Comune, per poi affidarla ad un’atleta Paola Del Giudice, che l’ha a sua volta affidata ad altri tedofori, fino al lungomare più bello del mondo, quello di Napoli”. Così il sindaco Luigi de Magistris, tedoforo dell’Universiade nel tratto fuori Palazzo San Giacomo. “Da oggi al 14 – aggiunge - si parla solo di Universiadi. Abbiamo detto quello che doveva esser detto, ora si pensi solo ai giochi".video del Cmune di Napoli

Universiade, le azzurre steccano l'esordio all'Arechi di Salerno. Il Giappone vince 2 a 1

video Esordio amaro per la nazionale italiana femminile alle Universiadi 2019. Nella partita d’apertura, disputata allo stadio Arechi di Salerno, le azzurrine di mister Jacopo Leandri, pur riuscendo a tenere testa al ben più quotato Giappone di coach Mochizuki, non sono riuscite a impedire la sconfitta: 1 a 2 il risultato. Le nipponiche partono con convinzione e provano da subito l’assalto alla porta difesa da Alessia Capelletti. Un assedio lungo tutta la partita, tanto che al termine delle ostilità il bilancio dei tiri in porta sarà di 19 a 8 per le giapponesi. Il vantaggio del Giappone arriva al 17esimo con un gran gol firmato da Yurina Koyama al quale risponde al 29’ Eleonora Goldoni che lascia partire un angolato rasoterra che non lascia scampo alla numero uno del Giappone Fukuta. Nel secondo tempo, il Giappone prova a prendere possesso del campo trovando comunque un’ottima opposizione da parte delle azzurre. Al 30’, però, arriva la rete del raddoppio giapponese: ancora una volta è Koyama a punire l’Italia. La reazione azzurra non si fa attendere ma non produce i risultati sperati e la gara si chiude con il risultato di 1 a 2. Prossimo impegno, per le calciatrici italiane, il 4 luglio a Benevento contro i temibili Stati Uniti.video di Andrea Pellegrino

Palermo si mobilita per Carola, in 5 mila alla manifestazione per la capitana

video Palermo si mobilita a sostegno della capitana della Sea Watch, arrestata per “resistenza e violenza contro una nave militare”, e del suo equipaggio. Cinquemila persone hanno partecipato alla marcia solidale organizzata per Carola Rackete da Forum antirazzista, Legambiente e Arci, che ha visto l’adesione di sindacati (Cobas, Cgil, Cisl e Uil), associazioni (Palermo Pride, Udi Palermo, Mediterraneo antirazzista, laici e missionari comboniani, Agesci), organizzazioni politiche (Rifondazione comunista, Sinistra comune) e altre sigle, una cinquantina in tutto. di Giada Lo Porto