Sanremo 2019, il monologo di Bisio: ''Baglioni sovversivo, il suo passerotto è un migrante''

video ''Passerotto non andare via era una presa di posizione chiarissima, un'esortazione agli immigrati e Baglioni l'ha detto trent'anni prima che arrivassero, è stato lui a fargli venire l'idea''. Claudio Bisio gioca sui testi di Baglioni e torna in punta di piedi sulla polemica che ha travolto il direttore del Festival dopo le sue dichiarazioni pro-migranti durante una conferenza stampa. Video: RaiPlay

Bortuzzo non camminerà più, l'intervista quando sognava le Olimpiadi: "Sono un pesciolino in mezzo agli squali"

video Manuel Bortuzzo, il ragazzo ferito da un proiettile a Roma, non potrà più camminare. Nell'ottobre 2018, solo quattro mesi fa, si raccontava con entusiasmo ai microfoni di Swimbiz, sito di news dedicato al nuoto e agli sport acquativi. Manuel si definiva "un finto veneto": nato a Trieste, si era trasferito da Treviso a Roma per investire nel suo sogno, diventare un grande nuotatore e arrivare alle Olimpiadi. Dopo la mononucleosi voleva recuperare e si era spostato a Ostia per allenarsi al circolo Aurelia insieme a grandi nuotatori come Detti, Acerenza e Paltrinieri: "Mi vedo come un pesciolino in mezzo agli squali".(video Swimbiz.it)

Cantare in friulano a 103 anni: ecco il coro delle "nonne" di San Daniele

video Nella struttura di via Dalmazia, a San Daniele del Friuli, c’è un coro composto da sei voci: la più giovane ha 85 anni, la più anziana ne compirà 103 quest’anno. E grazie a un progetto realizzato dal servizio animazione della casa di riposo, la Kcs, il coro ha anche registrato un cd, i cui proventi andranno a finanziare le future attività ricreative della casa per anziani.Un progetto che nasce da lontano quello della realizzazione del cd e che ha coinvolto, oltre agli arzilli ospiti della casa di riposo, anche i bambini delle classi dei “grandi” (dello scorso anno) della scuola dell’infanzia di San Daniele - L'articolo

Roma, il Circo Massimo allagato dopo le piogge: l'arena diventa un lago

video Il Circo Massimo come non lo avete mai visto. Questa mattina quello che un tempo fu un'opera di grande ingegneria si è risvegliato quasi completamente allagato, complici le piogge battenti dell'ultimo fine settimana. Tutta la porzione dell'arena verso il lato Nord del monumento, infatti, appare sommersa. Suggestione, ma anche perplessità sulle condizioni di salute del complesso monumentale in consegna alla Sovrintendenza capitolina e sotto la tutela del Parco archeologico del Colosseo. Che faccia bene tutta quell'acqua ristagnante? "I turisti si aspettano chissà cosa e poi si trovano un prato desolato e con l'acqua", dice Marco, commerciante di zona da 40 anni. Massimo, abitante del quartiere, dice, invece, che secondo lui "sono stati fatti degli errori a livello di assestamento del terreno, ma a quanto pare non è nelle priorità (dell'amministrazione capitolina)". Video: Maria Cristina Massaro/Agf