Sparatoria Macerata, Minniti: "Nessuno cavalchi l'odio"

video "Nessuno cavalchi l'odio, la contrapposizione di fronte a un fatto grave che poteva essere gravissimo". Così il ministro dell'Interno, Marco Minniti, al termine del Comitato per la sicurezza pubblica a Macerata, dove ha incontrato i vertici delle forze dell'ordine dopo il raid razzista di Luca Traini, che ha sparato a diversi cittadini africani in strada. "Auspico - ha aggiunto - una risposta ferma e unitaria" da parte di tutti.- H24, immagini di Simone Cioè, montaggio Simone Taddei

Caso Nassar, la giudice al padre che ha tentato di aggredire il medico molestatore: "Non la punirei per nessuna ragione"

video "In queste circostanze non la punirei per nessuna ragione", ha spiegato la giudice Janice Cunningham riferendosi al padre delle tre ginnaste che aveva provato ad aggredire Larry Nassar, il medico molestatore. "Il suo - continua Cunningham - è stato un gesto da padre e il mio cuore è con voi per tutto quello che avete passato". "Non sono un eroe - ha detto l'uomo che si è scusato con la corte per il suo gesto - le mie figlie e levittime di questi abusi lo sono. Quanto accaduto mi imbarazza. Sono qui per sostenere le mie figlie e per aiutarle a riprendersi".

A Pordenone il carnevale batte il maltempo, pienone nelle strade per la sfilata

photo

A Pordenone, dopo giorni di maltempo, pomeriggio all’insegna del sole. Strade piene di gente, in particolare piazza XX Settembre, dove era stato installato il palco centrale (l’altra postazione era in piazza Risorgimento). Quindici, tra carri e gruppi, i partecipanti. Anteprima garantita dal Circolo anziani di Cordenons, poi ad aprire ufficialmente la sfilata le majorettes di Prata.
Tra i carri più imponenti e suggestivi quello del gruppo Bersaglieri di San Stino, alto 9 metri e 90 centimetri e largo 7 e mezzo, e Lis Mascaris di Morsano di Castions di Strada, con la suggestione delle farfalle che arriva in città. Completano la sfilata i gruppi di Sclavons di Cordenons, Maniago, Prata, Chions, Tiezzo, Praturlone, Montereale e Budoia nonché l’unico carro di Pordenone, grazie alla parrocchia di San Giuseppe e all’asilo di Borgomeduna, sul tema Rio. A chiudere, la Filarmonica di Pordenone. (Foto Missinato)