Addio a Mattia Torre, da Veronesi a Guzzanti: l'ultimo saluto a uno degli autori di Boris

video Tanti volti noti, ma anche molte persone comuni erano presenti al Teatro Ambra Jovinelli di Roma per dare l'ultimo saluto a Mattia Torre, scomparso il 19 luglio scorso per un brutto male. Un teatro gremito di gente dove si sono condivisi ricordi, lacrime ma anche tanti sorrisi delle persone a lui più vicine che si sono avvicendate sul palco per omaggiarlo. Un funerale laico dove gli interventi venivano alternati da immagini, foto, vita quotidiana di Mattia. Tra i personaggi dello spettacolo venuti a salutarlo, Francesco Pannofino, Serena Dandini, Paolo Calabresi, Corrado Guzzanti e tanti altri. Non poteva mancare Valerio Mastandrea, il suo grande amico, prima ancora di essere un suo attore. Video di Maria Cristina Massaro / Agf

Naufragio in Libia, si temono fino a 150 morti: il dolore e lo shock dei sopravvissuti

video Al largo della costa libica di Al Khoms, in Libia, sono stati ripescati i corpi di 62 migranti annegati nel naufragio di giovedì, in cui si temono fino a 150 morti. Lo riferisce un responsabile della Mezzaluna rossa libica. Nelle immagini, le 145 persone sopravvissute. "La sofferenza di queste persone è difficile persino da immaginare. Non ci sono parole per descrivere quanto stiano soffrendo", afferma Anne-Cecilia Kjaer, responsabile delle attività infermieristiche di MSF in Libia, che ha assistito i superstiti del naufragio di ieri davanti alle coste della Libia. "Sul posto c'erano circa 80 persone provenienti in gran parte dall'Eritrea, dal Sudan, dall'Egitto e dal Bangladesh - racconta Kjaer in un comunicato -. Faceva molto, molto caldo. Erano sedute all'ombra di un muro per ripararsi dal sole e praticamente non avevano vestiti. Se ne stavano seduti all'ombra, sotto shock". "Abbiamo identificato i casi critici: alcuni avevano ingerito e respirato molta acqua di mare ed erano in crisi respiratoria e tra loro c'erano dei casi abbastanza gravi, distesi a terra, cianotici e con la pelle grigia a causa della mancanza d'ossigeno. Erano tutti in pessime condizioni". Video: Reuters

Ginnastica, a quasi 50 anni Yuri Chechi stupisce ancora: l'esibizione in spiaggia del 'Signore degli Anelli'

video Nonostante si sia ritirato nel 2004, Yuri Chechi sembra non aver perso la sua eccezionale forma fisica anche alla soglia dei 50 anni. Ne è la dimostrazione questo video, in cui l'ex ginnasta italiano - medaglia d'oro nella ginnastica alle Olimpiadi di Atlanta del 1996 - si allena in spiaggia a Senigallia (in provincia di Ancona) davanti ai bagnanti entusiasti.  Video: Facebook/Simona Zaccardi

Carabiniere ucciso a Roma, fiori e lacrime alla messa: la moglie lascia la chiesa stringendo la sua foto

video Amici e parenti si sono radunati nella chiesa romana della Santissima Trinità dei Pellegrini, davanti alla stazione dei carabinieri di Piazza Farnese dove prestava servizio Mario Rega Cerciello. Alla messa hanno partecipatola madre Silvia, la sorella Lucia e Maria Rosa, la moglie del militare dell'Arma che ha lasciato poi la chiesa stringendo tra le mani la foto dell'uomo che aveva sposato poco più di un mese fa. Video di Cristina Pantaleoni

Velletri, tra le fiamme in una scuola: il video in soggettiva dalla bodycam del pompiere

video I Vigili del Fuoco sono intervenuti per spegnere un incendio divampato all'interno di una scuola a Velletri, in provincia di Roma. Il video, registrato con una bodycam montata sulla divisa, mostra il momento in cui un pompiere entra all'interno dell'edificio e spegne le fiamme insieme ai colleghi. Nessuna persona è rimasta coinvolta nell'incendio.  Video: Vigili del Fuoco

Carabiniere ucciso a Roma, "Che la terra ti sia lieve": messaggi e mazzi di fiori sul luogo dell'omicidio

video Decine di persone hanno iniziato a lasciare mazzi di fiori e messaggi di addio in via Pietro Cossa a Roma, dove è stato ucciso il carabiniere Mario Cerciello Rega nella notte tra giovedì e venerdì. "Trovo giusto onorare come si può la memoria di una persona che stava facendo solo il suo dovere", ha detto una donna. "Non è giusto assolutamente - ha aggiunto un'altra signora visibilmente commossa -. Ormai ci sono rimasti solo i Carabinieri, solo i Carabinieri". Video di Francesco Giovannetti

"Benvenuto Daniele": il Boca Juniors dedica a De Rossi una clip da brividi

video Daniele De Rossi è diventato ufficialmente un nuovo giocatore del Boca Juniors. Per celebrare l'arrivo dell'ex centrocampista della Roma, il club argentino ha pubblicato sul proprio profilo Twitter un'emozionante clip in cui scorrono immagini di De Rossi prima con la maglia giallorossa e poi con quella della Nazionale, nell'indimenticabile nottata tedesca del 2006 quando l'Italia vinse il Mondiale. In sottofondo, le sue parole, dalla passione per il Boca alla sua volontà di poter scendere in campo nel mitico stadio della Bombonera.  Video: Twitter/Boca in English

Pd, Zingaretti: "Da Direzione esce Pd più unito". Calenda: "Chiarissimo no a alleanza con i 5s"

video "Sono molto contento perché dopo la Direzione esce un Pd più unito. Ora si parta con la Costituente delle Idee per offrire un'alternativa a chi sta governando solo sui litigi, stanno insieme solo sulle poltrone": così il segretario del Pd Nicola Zingaretti. Carlo Calenda è soddisfatto: "Il segretario ha dato priorità a sanità, scuola e investimenti. C'è una chiarissima indicazione del no ad alleanze in qualunque forma e modo con il Movimento 5 stelle". Sottolinea Anna Ascani: "Va detta una parola definitiva su questo rapporto con i 5 stelle. Ogni volta Di Maio utilizza queste uscite degli esponenti del Pd (l'apertura a un'alleanza con i pentastellati prospettata da Beppe Sala in un'intervista a Repubblica) per rafforzare il governo con Salvini. Se Zingaretti ribadirà che né ora né mai ci sarà un accordo con i cinque stelle noi non potremmo che esserne contenti". Di Livia Crisafi

Carabiniere ucciso a Roma, una madre in lacrime: "Portò mia figlia all'ospedale e rimase con noi tutta la notte"

video “Portò mia figlia all’ospedale, io ero nel panico, le salvò la vita e rimase con noi tutta la notte”. Elisabetta Berruti, del rione parione, ha portato i fiori alla caserma del vice brigadiere Mario Cerciello Rega, ucciso questa notte a Roma. "Mia figlia si sentì male, presa dal panico chiamai la stazione dei Carabinieri. Lui rispose e non esitò ad accompagnarmi in ospedale. Non era in servizio, era con la sua macchina. Rimase con me tutta la notte. Ma lui rimase, come se fosse naturale supportare. Aspettò che venisse dimessa e mi riaccompagnò a casa. Per me era un ragazzo di altri tempi - lo ricorda commossa -, sempre con il sorriso, sempre pronto ad aiutare tutti.” di Cristina Pantaleoni