Kings of Crime, Saviano intervista Donnie Brasco: l'infiltrato Fbi più famoso degli Usa

video "Per la mafia New York era il centro dell'universo, quando la commissione voleva affiliare nuovi membri comunicava quanti membri ogni famiglia poteva presentare. Nel corso di un summit ogni capo proproneva un nome, e gli altri votavano: pollice alto o pollice verso". Joe Pistone è stato un agente federale che ha inferto uno dei colpi più duri alla mafia italoamericana. Donnie Brasco è il criminale che per anni è stato al fianco dei boss più potenti di Cosa Nostra negli Stati Uniti. Joe e Donnie sono la stessa persona e questa è la storia della più clamorosa operazione sotto copertura delle forze dell’ordine americane nel sistema mafioso. Continua la seconda stagione di "Kings of Crime, in onda su Nove video Canale Nove

Maltempo, parlano i genitori: "Allarme meteo? Mia figlia va al mare"

video “Allerta meteo? Mia figlia è andata al mare con i bambini. Secchielli e palette. Grazie sindaco per aver chiuso le scuole”. Alfredo Colella, negoziante del corso Umberto, si scalda al sole che filtra tra i palazzi, e lancia una frecciata all’amministrazione. Il Comune ieri ha disposto la chiusura delle scuole, in seguito all’allerta meteo diramata dalla protezione civile. Ma il tempo clemente, che quasi a dispetto ha scandito gran parte della giornata a Napoli, ha scatenato l’ira dei genitori e l’ironia dei social network. “Non parliamo d’allerta meteo” si infervora una mamma mentre corre in ufficio in via Toledo. Si lamentano due genitori in sella a uno scooter in piazza Nicola Amore: "Siamo tutti d’accordo sulla sicurezza di bambini e ragazzi, ma questa allerta meteo diramata dalla protezione civile è troppo ballerina, già una volta si è rivelata infondata. Le previsioni dovrebbero essere più affidabili, oculate”. Anna Laura De Rosa

Anticorruzione, governo battuto con il voto segreto: caos in aula dopo la votazione

video Nel voto segreto il governo va sotto sull’anticorruzione. Alla Camera passa un emendamento, a prima firma Catello Vitiello (ex M5S, ora gruppo Misto), che ammorbidisce il reato di peculato. E in aula esplode il caos. Lavori sospesi, tutto rinviato a domani. A sostenere la stessa norma, la scorsa settimana, era stata la Lega costretta al dietrofront dai 5Stelle. Oggi il colpo di scena, complice lo scrutinio segreto. E il nuovo scontro tra M5S e Carroccio. Video: Camera dei Deputati

Ddl Anticorruzione, il capogruppo Lega Molinari: "Non siamo stati noi a mandare sotto governo su peculato"

video Arrivando a palazzo Chigi dopo che nel voto segreto alla Camera la maggioranza è stata battuta su un emendamento al ddl anticorruzione del deputato del gruppo Misto Catello Vitiello che ammorbidisce le norme sul peculato, il capogruppo della Lega alla Camera Riccardo Molinari nega che siano stati i voti del suo partito a mandare sotto la coalizione gialloverde. "L'emendamento è uguale a quello che avevamo presentato noi in commissione? Appunto, non avremmo fatto una cosa così stupida", dice Molinari. E a chi gli fa notare che la nuova norma favorirebbe proprio il capogruppo leghista - condannato in appello per peculato per le spese pazze in Regione Piemonte -, Molinari ribatte: "Non favorirà nessuno perché il testo sarà approvato come era originariamente". di Marco Billeci