Usa, dopo Irma un altro uragano fa paura: Maria minaccia i Caraibi

video Dopo la devastazione causata da Irma, un altro uragano minaccia i Caraibi. Con i suoi venti fino a 200 chilometri orari, "Maria" - come è stato ribattezzato l'uragano - è salito fino alla categoria 5 (la più alta) mentre si avvicina alle Antille minori. Il Centro nazionale uragani (Nhc) lo ha definito "potenzialmente catastrofico". Il suo prossimo arrivo ha sollevato forte allarme nelle isole dei Caraibi già colpite da Irma come Santa Lucia, Guadalupe, Dominica, San Kitts e Nevis, Montserrat, Antigua e Barbuda, Saba, St.Eustatius, Puerto Rico, Vieques, Culebra, Aguila e Barbados. Sull'isola caraibica di Saint Martin, già devastata da Irma, i soldati hanno distribuito acqua e cibo ai residenti

Palermo, uomo ucciso accoltellato in vicolo Pipitone

video Un uomo è stato ucciso a coltellate in serata in vicolo Pipitone a Palermo. Si chiamava Francesco Paolo Maronia, aveva 48 anni. Poco dopo l'arrivo degli agenti della squadra mobile un ragazzo è stato portato via ammanettato dalla palazzo sotto il quale è avvenuto l'assassino. Da vicolo Pipitone, quartiere generale dei bosso Galatolo, partirono i killer per l'omicidio del giudice Rocco Chinnici. In questo caso, gli investigatori escluderebbero la pista mafiosa.di Giorgio Ruta

Salvini: "Ci vogliono estinti, per una settimana Lega fuori dal Parlamento"

video “Il Parlamento ritiene la Lega debba sparire, vorrà dire che per questa settimana i deputati della Lega non parteciperanno ai lavori e andranno nei luoghi terremotati per incontrare cittadini e dimostrare come la politica sia lontana dalla vita reale”. Queste le parole del leader della Lega, Matteo Salvini, durante una conferenza stampa a Milano dopo il Consiglio federale della Lega durante il quale è stato deciso come muoversi in seguito al sequestro dei conti del partito stabilito dal Tribunale di Genovavideo di Edoardo Bianchi

Football Usa, prima vittoria dopo 29 sconfitte: i tifosi festeggiano invadendo il campo

video Un'invasione di campo per celebrare il ritorno alla vittoria dopo quasi tre anni di attesa. Allo stadio Frontera di Clarksville, nel Tennessee, i tifosi della squadra di football americano della Austin Peay State University hanno festeggiato la vittoria contro Morehead State (69-13), valevole per la Ohio Valley Conference. L'ultima vittoria della squadra era datata 18 ottobre 2014. Da allora 29 sconfitte consecutive, record negativo della prima divisione Twitter / Austin Peay Football

Ecco Tedx Genova, otto idee nuove sul palco della Tosse

video  Sono otto gli speaker - Paola Captano; Davide Tiso; JagoJacopo Cardillo; Paolo Palumbo e Cristian Lunetta; Antonio Figari; Flaviano Bianchini; Miriam Previati; Andrea Tabucco - che saliranno sul palco di TedXGenova 2017 (il 21 ottobre al Teatro della Tosse) e che in massimo 18 minuti racconteranno le proprie idee innovative che ruotano attorno alla domanda What matters? Cosa davvero importa, tema di questa terza edizione genovese delle conferenze TED. Da chi si è addentrato nei vicoli di Genova scoprendo tesori nascosti a chi ha inventato un tampone per far risentire gusto e sapori a chi è costretto a nutrirsi con un sondino, chi ci racconterà la natura del suono fino a chi ha ideato la versione vivente del Cluedo. Al centro ci sono le idee, «che devono essere innovative e non devono mai essere state ascoltate prima, come una ricerca scientifica o una tecnologia nuova, oppure qualcosa di già esistente, ma rivisto in modo del tutto nuovo, che faccia dire Wow», spiega Davide Pignone organizzatore di TEDxGenova. (videoservizio di Rosangela Urso)

Terremoto in Messico, la testimonianza del parroco coraggio: “Vivo per miracolo”

video Padre Angelo Esposito, sacerdote di San Sebastiano al Vesuvio, da anni missionario a Tacanà, era nella sua casa-canonica, quando alla mezzanotte di venerdì 8 settembre, ora locale, un sisma di magnitudo 8,2, della durata di un minuto e trentatré secondi, ha scombussolato il Messico. 96 le vittime registrate, centinaia i feriti, altrettanti i dispersi. E un bilancio ancora oggi destinato a salire. 50 milioni di messicani, su un totale di 127 milioni, hanno avvertito il terremoto. A Tacanà l’ultimo censimento calcola 1.561 case crollate o inagibili. Padre Angelo è un miracolato. La sua camera da letto è parzialmente crollata, così buona parte della canonica, che ogni mese ospita 700-800 migranti in transito dal Centro America verso gli Usa. La struttura, di tre piani, è destinata ad essere demolita per i danni irreversibili alle colonne portanti. Oggi questo prete di 44 anni, che ha scelto di percorrere parte del suo cammino pastorale aiutando gli abitanti di questa periferia dimenticata del mondo, può dirsi un miracolato. Dalla parrocchia dell’Immacolata Concezione a Portici, dove Angelo ha svolto per anni il sacerdozio, si è mossa la macchina della solidarietà, con una raccolta di fondi organizzata per dare un contributo a ricostruire la canonica. Iniziativa della comunità parrocchiale e dell’associazione Hermana Tierra, fondata anni fa a Portici da padre Angelo proprio per offrire un aiuto alle comunità del Guatemala. Nonostante i danni ingenti, una sola persona ha perso la vita a Tacanà. “Questa gente vive già in case semidistrutte dal tempo e dalla scarsa manutenzione. E’ consapevole del pericolo che corre e per questo sa come comportarsi in caso di terremoto”.di Giuseppe Porzio

Germania, il gesto antisportivo (ma regolare) del giocatore: ruba palla all'avversario fermo e segna

video L'avversario si ferma palesemente per permettere le cure a un avversario a terra, ma l'attaccante ne approfitta per segnare un gol. Nel corso del match tra Jena e Meppen, valevole per il campionato di terza serie tedesco, Soren Eismann ha rubato palla a un giocatore della squadra avversaria che si era fermato dopo aver notato l'infortunio di un giocatore dello Jena, lo stesso team di Eismann. La rete è in ogni caso regolare perché solo l'arbitro può interrompere un'azione di gioco per permettere l'ingresso in campo dello staff medico. Nonostante questo i giocatori del Meppen hanno interpretato il gesto come un'azione antisportiva e hanno protestato a lungo con l'autore del gol. Il match è terminato sul punteggio di 2-2, con una doppietta dello stesso Eismann, che dopo aver accorciato le distanze è riuscito anche a trovare il gol del pareggio a dieci minuti dalla fine della partita Video da Mitteldeutscher Rundfunk