Ifa 2017, lo chef Bottura: "Siamo artigiani che rompono muri, facciamo entrare i rifugiati"

video In occasione dell’Ifa di Berlino lo chef Massimo Bottura ha parlato del suo progetto Food for Soul. Nello stand di Grundig, sponsor dell’iniziativa, Bottura ha discusso ai microfoni di Repubblica Tv di cibo, cucina e inclusione sociale ammonendo i nuovi cuochi ammaliati dalla fama dei talent show: “La cucina è questione di esperienza, il nostro è un duro lavoro: non sarete mai delle rockstar” video di Francesco Collinaintervista di Pier Luigi Pisa

Regeni, Pini (Lega Nord): "Giulio non è un eroe, nessuno crede che fosse in Egitto a studiare"

video Nel suo intervento durante il dibattito sulla morte di Giulio Regeni nelle commissioni parlamentari Affari Esteri, il deputato della Lega Nord Gianluca Pini rilancia l'ipotesi che il ragazzo ammazzato al Cairo potesse trovarsi lì per motivi diversi da quelli legati alla sua ricerca universitaria. In realtà la circostanza che Regeni potesse essere in qualche modo legato ai servizi segreti (questa probabilmente l'idea adombrata da Pini) è stata smentita più volte da numerose fonti, compresi gli investigatori che indagano sul suo assassinio. Pini però insiste: "Intitolare i Giochi del Mediterraneo a Regeni (idea prospettata dal ministro Alfano) è folle, prima vogliamo la verità, non vorremmo poi essere costretti a togliere qualche lapide". E conclude: "Noi contrariamente a qualche attore o regista di sinistra caduto in disgrazia che in queste ore fa le passerelle a Venezia, non consideriamo Regeni un eroe, ma semmai una vittima di un gioco più grande di lui".video di Marco Billeci

Regeni, Alfano: "Se Italia assente da Egitto, altri paesi faranno interessi diversi dai nostri"

video Parlando in audizione davanti alle commissioni Affari Esteri di Camera e Senato, il ministro degli Esteri Alfano spiega i motivi che hanno portato il governo a decidere di rimandare l'ambasciatore al Cairo - dopo che era stato ritirato nell'aprile 2017 per la mancata collaborazione delle autorità egiziane sul caso Regeni - e nonostante la contrarietà dei genitori del ragazzo ucciso. Ad Alfano dà manforte il presidente di commissione e collega di partito Cicchitto: "Non possiamo essere gli scemi del Mediterraneo, con tutte le questioni aperte dalla Libia agli investimenti italiani". Per il segretario di Si Fratoianni: "È la conferma che il governo mette gli interessi economici davanti alla ricerca della verità e la giustizia". Respinge l'accusa il presidente della commissione Esteri del Senato Casini: "Nessun occhio chiuso sui diritti umani, ma non pensare a tutelare i nostri interessi sarebbe da irresponsabili. Video di Marco Billeci