MA NON SARÀ IL PRESIDENTE DEL PREMIER

di VITTORIO EMILIANI Stanno suscitando commenti sarcastici, o molto maliziosi, sui giornali on line due notizie che riguardano Silvio Berlusconi: l’invito rivoltogli da Sergio Mattarella a presenziare alla cerimonia di insediamento al Quirinale e lo sconto di pena accordato al Cavaliere da

Brunetta, resa dei conti a Ravello

di Angelo Di Marino wROMA In Campania il clima è da campagna elettorale. Da un lato un Pd che si arrovella sulle primarie che non vuole fare per non dare spago a De Luca e Cozzolino. Dall’altro un centrodestra frantumato che fa fatica a (ri)compattarsi sul nome di Stefano Caldoro, governat

Mattarella: «Servono riforme e lavoro»

Campane a festa, salve di cannone, onori militari: Roma blindata (c’è anche Tsipras nel pomeriggio) per il giuramento del presidente della Repubblica. Una vera e propria “liturgia” repubblicana. Alle 9.30 il presidente della Repubblica viene prelevato dalla sua abitazione (in questo caso l

SANDRO PERTINI

1978. Alla vigilia della prima elezione diretta del Parlamento europeo, inizia con lo sguardo oltre i confini. Sogna un Paese impegnato nella pace («Si svuotino gli arsenali di guerra, si riempiano i granai») e nella lotta alla fame nel mondo. Presidente partigiano, denuncia «labisso in cu

FRANCESCO COSSIGA

1985. Il futuro picconatore è di là da venire: il discorso di Cossiga è costruttivo e concreto, spazia dalla gente comune («che lavora, gioisce e soffre, non si riconosce nell’astuzia») alle autonomie locali. È il primo a parlare dell’esigenza di «un più incisivo ruolo riconosciuto alla do

CARLO AZEGLIO CIAMPI

1999. Sono mesi difficili per i bombardamenti Nato sulla Serbia, e Ciampi parla subito di «inevitabilità del ricorso alle armi»: l’antidoto al nazionalismo è un’Europa aperta e inclusiva. Poi passa all’Italia, che ha bisogno di riforme: federalismo, legge elettorale (è appena fallito il re

GIORGIO NAPOLITANO/1

2006. Figlio di elezioni travagliate, vinte da Prodi per una manciata di voti, apre con un riconoscimento a Berlusconi: «Gli opposti schieramenti politici sono emersi entrambi largamente rappresentativi del corpo elettorale». Chiede di uscire dal muro contro muro, per «i temi di necessaria

Usa valuta: armi a Kiev?

ROMA Gli Usa stanno valutando la possibilità di fornire armi all’esercito di Kiev per un valore di tre miliardi di dollari: una mossa che rischia di irritare ulteriormente Mosca - a sua volta accusata di sostenere militarmente i separatisti - e di arroventare ancor di più il conflitto nel

In 183 condannati a morte

ROMA Quasi 200 condanne a morte, di nuovo tutte in un unico processo di massa, sono state inflitte dalla giustizia egiziana contro Fratelli musulmani accusati del linciaggio di oltre 10 poliziotti nell’estate di sangue del 2013, quella della controversa deposizione del presidente islamista