I morti di Parigi devono avere un senso

article PADOVA. Martiri e nuovi eroi davanti ad un tavolo in una riunione di redazione, come apostoli della libertà, muoiono e rinascono a Charlie Hebdo e “Je suis Charlie” diventa l’inno del caparbio desiderio di vivere e di non morire prigionieri di quella follia ideologica di un fondamentalismo che ...

Vera Slepoj