Il giorno di Sarajevo che cambiò la storia

article PADOVA. Quando, il 4 giugno 1914, Francesco Ferdinando si presenta dallo zio imperatore per annunciargli che è sua intenzione recarsi a fine mese in Bosnia-Erzegovina per assistere alle manovre, sottovaluta coscientemente una serie di segnali giunti da tempo a Vienna. Già il 9 dicembre pr...

Francesco Jori

BALOTELLI, E L’AUTOGOL RAZZISMO

Detto questo – e aggiunta ogni considerazione calcistica possibile sul fatto che sia stato forse sopravvalutato, che Prandelli abbia sbagliato a puntare su di lui, e così via – vorrei dire due cose sul tema “nero italiano”. Anzi, “negro”, come ha scritto Mario su Facebook, nel suo sfogo a

espulsi

yyM. Pereira (Uruguay), Marchisio (Italia) W.Palacios (Honduras), Pepe (Portogallo), Song (Camerun), Katsouranis (Grecia), Rebic (Croazia) Valencia (Ecuador), Defour (Belgio).