SERIE B DI CALCIOLa Triestina di Arrigoni fa catenaccio il Padova è costretto a soffrire

article E' finita 0-0, il risultato più scontato. Quello fortemente voluto dalla Triestina, arrivata all’Euganeo, gremito da 14 mila spettatori, decisa a non concedere nulla. E così è stato per gran parte dei noiosi 95 minuti di gioco. I biancoscudati c’hanno messo tutto l’impegno, ma non sono mai stati veramente pericolosi. Ora bisognerà espugnare Trieste, nello stadio dedicato al paròn Rocco (sabato 12 giugno, ore 20.45)

Stefano Edel

Padova-Triestina 0-0, il tabellino

article PADOVA-TRIESTINA 0-0PADOVA (4-3-1-2): Agliardi 6; Darmian 6, Cesar 6.5, Faisca 6.5,Trevisan 6; Bovo 6, Italiano 5.5, Cuffa 5.5 (32' st Jidayi sv); Rabito 5.5 (1' st Bonaventura 6.5); Soncin 5.5 (21' st Vantaggiato 5), Di Nardo 5.5.In panchina: Cano, D.Gasparetto, Morosini, M.Gasparetto.Allenatore...

Padova, costretti a soffrire

PADOVA. 0-0: il risultato più scontato. Quello fortemente voluto dalla Triestina, scesa all’Euganeo, gremito da 14 mila spettatori, decisa a non concedere nulla. E cosi è stato per gran parte dei noiosi 95’. Il Padova c’ha messo tutto l’impegno, ma non è mai stato veramente pericoloso. A

CE LA GIOCHIAMO LÌ

PADOVA. Ci giochiamo tutto a Trieste, sabato prossimo, vigilia di Sant’Antonio. Il destino è spietato con il Padova, costretto alla partita della vita a cavallo della ricorrenza più sentita. A PAGINA 3

Stefano Edel

SUPER GIULIO E SUPER SILVIO GRANDI RIVALI

Giulio Tremonti è il primo che abbia davvero accentrato nelle sue mani di ministro sia la politica della spesa che quella delle entrate: tagli e tasse, sprechi ed evasione, banche e guardia di finanza. Un potere immenso, una responsabilità enorme, e l’inevitabile origine di invidie e pol

Bruno Manfellotto

Meno reati, ma aumentano spaccio e degrado

L’Arma si avvicina ai 200 anni di storia e continua a segnare l’identità nazionale, costituendo sempre fondamentale baluardo di vicinanza alle esigenze della gente in virtù del suo capillare dispositivo territoriale ancor oggi attuale e valido. La più preziosa delle nostre risorse - i Ca

Massimo Iadanza

Siamo destinati a soffrire ancora

PADOVA. Ci giochiamo tutto a Trieste, sabato 12, vigilia di Sant’Antonio. Il destino è spietato nei confronti del Padova, costretto a fare le partite della vita sempre a cavallo della ricorrenza della festa più amata. Fu cosi nel 1994, quando, dopo 32 anni di attesa, lo spareggio di Crem

Senza Titolo

INIZIO DA SERIE A. Commovente l’ingresso delle squadre in campo per la splendida coreografia, le bandiere biancoscudate a sventolare dappertutto e i cori incessanti della curva per incoraggiare questo Padova.