Sanremo 2019, Vanoni regina di autoironia: il duetto con Virginia conquista tutti

video Esilarante duetto sul palco dell'Ariston tra Virginia Raffaele e Ornella Vanoni, una delle 'vittime' preferite delle imitazioni della conduttrice del Festival. "Mi hai rovinato la vita facendomi passare per una rimbambita'', ha detto Vanoni, riferendosi alla sua imitazione che Virginia Raffaele fece nell'edizione dello scorso anno. Poi è stato il momento del duetto: insieme hanno cantato ''La gente e me'', di Cateano Veloso. Sui social l'autoironia della cantante ha fatto breccia nel cuore degli utenti che in migliaia hanno pubblicato messaggi su di lei.

Sanremo 2019, Vanoni-Ornella contro Vanoni-Raffaele: "Mi hai fatto fare la figura della rinco...ta"

video È stato il siparietto più divertente della terza serata: Ornella Vanoni irrompe sul palco con il dito puntato contro Virginia Raffaele rea di averla imitata nell'edizione del festival condotta da Carlo Conti. Esilarante la comica che le fa il verso mentre la cantante attacca e la spinge e la rincorre. Chiusa top con la rossa che spara un "Porca putt...na" e Virginia che le tappa la bocca. Video: Raiplay

Sanremo 2019, polemica social: brano di Ultimo simile a canzone di Masini

video La prima polemica sulla somiglianza tra brani di questa edizione del Festival è nata sulla canzone di Achille Lauro, Rolls Royce, che secondo molti ricordava ''1979'' degli Smashing Pumpkins. Nelle ultime ore un caso simile ha riguardato ''I tuoi particolari'', di Ultimo, che sui social network è stata giudicata assonante con ''Che giorno è'', di Marco Masini 2015. Video: YouTube

Voto Abruzzo: Berlusconi "minaccia" un colpo di scena finale, Salvini e Meloni gli fanno il verso

video Non si facevano vedere insieme dalle consultazioni al Quirinale Giorgia Meloni, Matteo Salvini e Silvio Berlusconi. Oggi tornano uniti sulla scena in conferenza stampa a Pescara per le elezioni regionali in Abruzzo, ma il vicepremier leghista e la leader di Fratelli D'Italia temono un colpo di scena del Cavaliere, proprio come fece nel giorno delle consultazioni al Colle. Berlusconi, infatti, decide di stravolgere la scaletta e parlare per ultimo. "Vuol dire che ci riserverà una sorpresa finale...", scherza Marco Marsilio. E se il vicepremier si lascia andare ad una battuta in dialetto milanese - "Speremmm di no" -, Meloni ricorda la gestualità del presidente di Forza Italia al Quirinale, quando contava con le dita i punti del programma di centrodestra rubando la scena a Salvini. "Te faccio vedere come rifarà Matte, uno, due, tre..", scherza. Video di Camilla Romana Bruno

Torino, cariche della polizia dopo lo sgombero del centro sociale Asilo

video Si stanno registrando momenti di tensione al corteo degli anarchici partito nel tardo pomeriggio da Radio Blackout a seguito dello sgombero, questa mattina, dell'asilo occupato di via Alessandria a Torino. Cassonetti rovesciati, lanci di grossi petardi da parte dei manifestanti che in marcia nelle vie limitrofe all'asilo, stanno cercando di raggiungerlo. A quanto si apprende ci sarebbero due fermati, ingente lo schieramento di forze dell'ordine. di Alessandro Contaldo

Tensione Italia-Francia, Salvini: "Non voglio litigare ma Macron mantenga impegni su terroristi e migranti"

video "Non sono imbarazzato dell'incontro tra Di Maio e i gilet gialli né voglio litigare con Macron, anzi ho detto che sono disposto a incontrarlo anche andando in Francia a piedi". È quanto ha detto a Pescara il vicepremier Matteo Salvini in conferenza stampa con la coalizione di centrodestra, Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi. "La Francia, però, deve mantenere gli impegni presi. Voglio riportare in galera in Italia i 15 terroristi che da anni bevono champagne. Voglio che Macron non si tiri indietro sull'accoglienza visto che in Italia gli immigrati sono anche troppi e voglio che i pendolari e i lavoratori viaggino tranquillamente senza essere bloccati dalla gendarmiera", ha concluso il ministro dell'Interno. Video di Camilla Romana Bruno

Sardegna, il prezzo del latte è troppo basso: i produttori lo buttano per protesta

video I pastori sardi stanno buttando il proprio latte per protestare contro la caduta dei prezzi. Sui social network sta spopolando l'hashtag #iostoconnando, che fa riferimento al nome del primo pastore che ha deciso di intraprendere la protesta e disfarsi del proprio latte. "Preferisco gettarlo piuttosto che venderlo a un prezzo non adeguato", è il testo che accompagna uno dei video in cui viene gettato il latte. Video da Facebook