Germania, l'incredibile rigore assegnato col Var: la riserva stoppa la palla in area prima che esca

video Arriva dalla Germania uno dei calci di rigore più assurdi di sempre. Il palcoscenico è l'Holstein-Stadion di Kiel e la partita - valida per la Zweite Liga, la 'Serie B' tedesca - è quella tra i padroni di casa e il Bochum. Su un tiro di Silvere Ganvoula che terminerebbe abbontantemente fuori, la riserva degli ospiti, Michael Eberwein (impegnato in quel momento a riscaldarsi insieme agli altri compagni), stoppa la palla all'interno dell'area di rigore prima che oltrepassi completamente la linea di fondocampo. Nessuno se ne accorge, tranne gli arbitri al Var. Dopo qualche secondo, richiamano il direttore di gara ad andare a vedere le immagini al monitor. Una volta consultato lo schermo, l'arbitro decide di decretare il tiro dagli 11 metri. Una decisione corretta: la regola prevede l'assegnazione del rigore (o il calcio di punizione diretto) nel caso in cui un giocatore tra le riserve interferisca nel gioco. Nonostante il clamoroso episodio, i padroni di casa hanno vinto 2-1 la partita. A cura di Federico Pallone

Brasile, Bolsonaro come un leone vince sulle iene: il video che il presidente ha postato e poi rimosso

video Il presidente del Brasile Jair Bolsonaro si presenta in un video come un fiero leone che ruggisce circondato dalle iene. Le immagini, pubblicate dallo stesso Bolsonaro su Twitter e poi rimosse, mostrano un vero leone circondato da iene con cartelli che identificano il felino come Bolsonaro, e i suoi assalitori come il Partito dei Lavoratori degli ex presidenti Lula e Dilma Rousseff, giornali come Folha, ong in difesa dei diritti delle donne e la comunità Lgbt, sindacati e le Nazioni Unite. In soccorso del leone arrivano poi altri leoni più giovani, identificati come "patrioti conservatori", che scacciano gli assalitori mentre scorre la scritta: "Andiamo a sostenere il nostro presidente fino alla fine. Noi non lo attacchiamo, già lo fa l'opposizione".  Video: Twitter/Ivan Valente

Napoli, a scuola a piedi tra i rifiuti

video I cumuli di rifiuti che in questi giorni compaiono in varie zone della città fanno saltare i nervi ai Quartieri Spagnoli. Esplode la protesta: cassonetti rovesciati in strada e immondizia che blocca vico Concezione a Montecalvario. In prima linea le mamme della scuola Paisiello: «Abbiamo iniziato la raccolta differenziata dal 28 febbraio - spiega una delle donne che ieri ha manifestato - Ma ci sono ancora gli incivili che buttano di tutto e l’Asìa (azienda di igiene urbana del Comune, ndr) non viene a ritirare. e i nostri figli vanno a scuola a piedi tra i rifiuti". Guarda la photogallery Alessio GemmaRiccardo Siano

Bce, Mattarella rende omaggio a Draghi 'da cittadino europeo': "Caro Mario desidero dirti grazie"

video "Professor Draghi, caro Mario, come cittadino europeo desidero dirti grazie": con queste parole il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha concluso il discorso alla cerimonia di commiato del presidente della Bce, Mario Draghi, alla sede della Banca centrale europea a Francoforte. Il numero uno dell'Eurotower, che ha passato il testimone a Christine Lagarde, ha ricevuto l'omaggio di tutti i principali leader europei.  Video: Ansa

Jennifer Aniston e il bacio con Ellen DeGeneres: "Hai delle labbra morbidissime"

video Jennifer Aniston, ospite di 'Ellen DeGeneres Show', ha baciato in diretta la 61enne presentatrice. "Quando è stata l'ultima volta che hai baciato una donna sulle labbra?", ha chiesto la conduttrice all'attrice. "Non bacio le donne sulle labbra", ha risposto Aniston. Ma per Ellen DeGeneres ha fatto un'eccezione. "Hai delle labbra morbidissime!", ha detto - scherzando - l'attrice. Degeneres è sposata dal 2008 con l'attrice australiana Portia de Rossi e dal 2003 conduce il talk-show statunitense.

Il portiere vaga fuori dalla porta: gli avversari lo puniscono segnando due gol da centrocampo

video Prendere in due minuti due gol pressoché identici, da prima di centrocampo, è possibile. Durante la partita tra Montedio Yamagata ed Ehime Fc, valida per la J2 League, la seconda divisione calcistica giapponese, gli ospiti hanno subìto due reti dall'altezza del cerchio di centrocampo: i giocatori del Montedio Yamagata hanno visto in entrambi i casi il portiere fuori dai pali e lo hanno sorpreso dalla lunga distanza. La partita è terminata 3-0.  Video: YouTube

Torino, nonna Nicla ha 90 anni e 300 nipoti: "Da 3 decenni custodisco i libri dei bambini"

video Nonna Nicla ha 90 anni appena compiuti e 360 nipoti, tutti i bambini della scuola elementare Marconi di Collegno. Da trent'anni manda avanti la biblioteca dell'istituto che contiene oltre diecimila volumi catalogati con cura. “Ho cominciato a leggere da bambina, dalle suore che erano le uniche ad avere libri – racconta – Poi, un giorno ho accompagnato qui la mia nipotina e da tre decenni questa è diventata la mia seconda casa” di Alessandro Contaldo

Migranti, gommone davanti alla Libia. Open Arms: "È un crimine che nessuno intervenga"

video C'è un gommone bianco nel Mediterraneo di cui nessuno vuole occuparsi. Lo ha avvistato l'aereo di Sea Watch Moonbird: ci sarebbero circa dieci persone a bordo, tra cui bambini, e si troverebbe a 45 miglia dalle coste della Libia. L'equipaggio del velivolo ha comunicato la posizione ufficialmente ai centri di soccorso del paese nordafricano, di Malta e dell'Italia. Nessuno dei tre ha dato disponibilità a intervenire e così, intorno alle 13 e 30, l'aereo di Sea Watch ha girato la segnalazione a Open Arms che stava rientrando verso Palermo, dopo aver trasbordato su una motovedetta maltese i migranti salvati sabato. L'imbarcazione della ong spagnola, che è a circa 14 ore dalla ultima posizione conosciuta del gommone, ha invertito la rotta per poter tentare di soccorrere le persone. "È un crimine che nessuno intervenga, sapendo che ci sono vite in pericolo", dice Anabel Montes, capo missione dell'imbarcazione di Proactiva. Video di Giorgio Ruta

Minacce social a Liliana Segre, la senatrice: "Gli odiatori mi fanno pena, vanno curati"

video "Perdere tempo a scrivere a un 90enne per augurarle la morte... Tanto c'è già la natura che ci pensa". È quanto dichiarato dalla senatrice a vita Liliana Segre a un seminario dell'università Iulm a Milano commentando gli insulti ricevuti dagli hater sui social nei mesi scorsi. "Sono odiatori seriali e vanno curati – ha proseguito Segre nel suo intervento dal palco dell'aula magna– io non perdono e non dimentico ma non sono capace di odiare, questi mi fanno pena". "I social? Faccio fatica già con il mio telefonino – ha concluso - di parole sul web non ne ho letta neanche una". Video di Daniele AlbertiL'articolo - Minacce social a Liliana Segre, indaga la procura di Milano