Verona, il pubblico canta Bella ciao alla presentazione del libro di Berizzi, minacciato dall'estrema destra

video Al coro da stadio che gli ultras del Verona hanno intonato prima dell'inizio della manifestazione, per contestare la presentazione del libro "NazItali" di Paolo Berizzi, hanno risposto i tanti, tantissimi, che hanno accolto l'autore intonando "Bella Ciao" in una sala gremita fino all'inverosimile. Fuori, sotto la curva del Bentegodi, 100 tifosi di estrema destra, che hanno presenziato per alcuni minuti. Dentro l'Anpi, Libera, i sindacati, i centri sociali del Nordest, il sindacato dei giornalisti guidato da Beppe Giulietti, i partiti della sinistra, dal Pd a Potere al popolo e tante altre piccole e grandi realtà della Verona democratica, che per due ore hanno ascoltato ed applaudito. Alla fine la presentazione del libro che qualcuno voleva impedire c'è stata. E questo grazie alla mobilitazione di una sorta di scorta civica che è nata dopo che Berizzi aveva ricevuto persino minacce di morte da parte dei neofascisti. Di "NazItalia" si è discusso alla presenza dell'autore, del direttore di Repubblica Carlo Verdelli, Guido Papalia e di Pier Paolo Spinazzè. Di Giuseppe Baldessarro

Estate 1999, l'ultima del millennio: cosa ascoltavamo (e guardavamo) 20 anni fa

video Dieci titoli - tra musica e film - che hanno segnato gli ultimi mesi estivi del XX secolo. Una concentrazione di hit e blockbuster super popolari, tutti appartenenti all'anno in cui è nato l'Euro e in cui George W. Bush si è candidato alla Casa Bianca. Abbiamo messo insieme 10 titoli, dai tormentoni musicali ai film cult, lontani ormai vent'anni ma mai dimenticati. A cura di Pier Luigi Pisa

Napoli, uno spot contro l'abbandono dei bimbi in auto: "Papà fa caldo"

video "Papà fa caldo" è il titolo di uno spot che ha un obiettivo preciso: evitare di dimenticare in auto i propri figli. Si tratta, purtroppo, di tragici eventi spesso accaduti. A Napoli, lo spot, scritto da Gigi & Ross con Oreste Ciccariello, interpretato da Gigi & Ross assieme a Cristiano Di Maio, è stato presentato in anteprima nazionale. Lo spot è prodotto dalla casa editrice Rogiosi ed è promosso dall'Associazione Arti e Mestieri, con il contributo e il patrocinio di Fondazione Banco Napoli per l'Assistenza all'Infanzia, Università Telematica Pegaso, Fadep Costruzioni, Associazione Liber@Arte.Video: Rogiosi editore

Racconti, Augias: "L'algoritmo e l'oracolo, come la scienza ci aiuta a prevedere il futuro"

video Alessandro Vespignani insegna fisica e matematica all'università di Boston. Insieme a Rosita Rijtano firma "L'argoritmo e l'oracolo" (edito da ilSaggiatore) che racconta come gli algoritmi sempre più perfezionati ci aiutano ormai a prevedere il futuro. Sono in pratica prossimi a esaudire un desiderio antico come l'uomo, cioè un domani privo di segereti e, quindi, controllabile. Già oggi il quadro della nostra vita è interamente soto gli occhi di chi manovra gli algoritmi: quando paghiamo la spesa con la carta vengono notati i prodotti che compriamo con più frequenza, lo smartphone segna i nostri spostamenti, le reti sociali analizzano in tempo reale le nostre conversazioni. Dati che sono il punto di partenza, il pozzo da cui attingere per simulare e anticipare il futuro. Una sfida che non si esaurisce nella predizione delle attività quotidiane, ma che mira a utilizzarle per profetizzare fenomeni molto più grandi: pandemie, guerre, crolli economici e politici, disastri naturali. Racconti di Corrado Augiasriprese Valeria Lombardo e Leo Meutimontaggio Paolo Saracino Libri come bussole per orientarci in un confuso presente. Racconti per estrarre da un libro il condensato delle sue pagine. In sostanza il racconto come un saggio e ogni saggio come una minuscola lampada tascabile

Sea-Watch, sindaco di Lampedusa: "Sull'isola sbarchi continui, ma se arriva ong si scatena finimondo"

video "Si creano due situazioni diverse se ad arrivare a Lampedusa è la nave di una ong o se invece sono altre imbarcazioni", a dirlo è il sindaco di Lampedusa Totò Martello, a Roma per un incontro istituzionale. "La mia opinione è che per una nave ong si crea lo scontro, mentre a Lampedusa continuano a sbarcare migranti con altri mezzi, senza alcuno scontro, e noi continuiamo ad accogliere", ha aggiunto il primo cittadino. E sul perché vengano applicati parametri diversi tra una nave qualsiasi e una nave ong, Martello si limita a dire: "Devono essere gli altri a dirmi il perché, io mi limito a dire la verità". Rischio strumentalizzazione? "È certo che le telecamere si accendono solo quando si parla di ong. Questi migranti sono stati sfortunati - chiosa -, se fossero arrivati su un'altra imbarcazione sarebbero già a terra da molto". Video di Camilla Romana Bruno

Non solo Rita Pavone: le conduzioni flop della tv italiana

video Rai 2 ha affidato a Rita Pavone la conduzione di un appuntamento in prima serata per celebrare i 50 anni del festival di Woodstock. Una scelta che non è piaciuta agli spettatori: molti hanno ritenuto la cantante non adatta a raccontare l'evento dell'agosto del 1969 in cui 400mila giovani si raccolsero per tre giorni di "pace, musica e amore". Ma Rita Pavone non è certo la prima conduttrice aspramente criticata della storia della tv italiana

La camorra in ospedale, il procuratore: "I clan controllavano il San Giovanni Bosco"

video "Abbiamo documentato il controllo mafioso della struttura sanitaria dell'ospedale San Giovanni Bosco di Napoli che era la sede sociale dell'organizzazione mafiosa". Questo uno dei dettagli svelati dal procuratore della Repubblica di Napoli Giovanni Melillo nel corso di una conferenza stampa sulla maxioperazione condotta dai carabinieri del Ros e del comando provinciale di Napoli che ha portato all'arresto di 126 persone considerate affiliate alla cosiddetta 'Alleanza di Secondigliano'. Il clan Contini, in particolare, "controllava ogni aspetto - ha spiegato Melillo - del funzionamento dell'ospedale, a partire dalle forniture e perfino le relazioni sindacali passavano per l'intermediazione camorristica". Il San Giovanni Bosco era divenuto una "base logistica indispensabile per il clan", dice Melillo. Video agenzia Dire

Orange is the new black - la settima e ultima stagione

video Il 26 luglio arriva sulla piattaforma la settima ed ultima stagione di 'Orange is the new black' in cui le donne di Litchfield tirano le somme su come il carcere le abbia cambiate per sempre. Piper affronta la vita al di fuori delle sbarre, mentre quella di Max, corrotta e ingiusta come sempre, continua senza di lei. Mentre l'amicizia di Taystee con Cindy è ancora in bilico, si avvicina il giorno in cui Taystee verrà processata a vita. Il recente calo di profitti del Polycon fa confrontare Gloria e il suo staff di cucina con difficili realtà; intanto le altre protagoniste continuano ad inseguire chi le droghe, chi i propri sogni, affrontando la realtà del loro posto in questo mondo. Video: Netflix