Caso Cucchi, ecco l'audio dell'intercettazione che prova i falsi dei carabinieri

video La lunga telefonata che ascoltate in questo audio è stata intercettata dagli agenti della Squadra Mobile della Polizia alle tre del pomeriggio del 22 settembre scorso ed è stata depositata dal pm Giovanni Musarò agli atti del processo per l'omicidio di Stefano Cucchi. E' una conversazione chiave che ricostruisce la genesi di alcuni dei falsi disposti dalla catena di comando dell’Arma di Roma e cruciali per far deragliare la ricerca della verità. Il maresciallo Massimiliano Colombo Labriola, comandante della stazione dei carabinieri di Tor Sapienza, chiama l'appuntato Gianluca Colicchio per informarlo di aver ricevuto un avviso di garanzia per falso ideologico e materiale nell'inchiesta per l'omicidio di Stefano Cucchi. Colombo Labriola è fuori di sé e, almeno apparentemente, appare sorpreso dall'essere chiamato a rispondere dei falsi che, nell'ottobre del 2009, sono stati direttamente ordinati dal Comando di gruppo Carabinieri Roma (nella persona del suo capo Ufficio, il tenente colonnello Francesco Cavallo) per dissimulare le reali condizioni di salute di Stefano dopo il pestaggio subito la notte del suo arresto. Colicchio non è un interlocutore scelto a caso. E' lui infatti, insieme all'appuntato Francesco Di Sano, il carabiniere che conosce, come del resto il maresciallo Colombo, la storia di quei falsi. Chi li ordinò, chi fece pressione perché all'ordine venisse dato corso (il maggiore Luciano Soligo, comandante della stazione Montesacro Talenti e superiore gerarchico del maresciallo Colombo), e dunque come l'intera catena di comando fosse al corrente di quella cruciale manipolazione di atti destinata a indirizzare la ricerca della verità lontano dai responsabili del pestaggio (i carabinieri in servizio alla stazione Appia che arrestarono Stefano la notte tra il 15 e 16 ottobre). Come ascolterete, il maresciallo dice infatti: "Se hanno indagato me, allora dovranno indagare Cavallo, dovranno indagare Casarsa (il colonnello Alessandro Casarsa, all'epoca Comandante del Gruppo Carabinieri Roma e oggi del reggimento corazzieri del Quirinale) e Tomasone (Vittorio Tomasone, nell'ottobre 2009 Comandante Provinciale dei carabinieri di Roma e oggi Comandante Interregionale per l'Italia meridionale)". di Carlo Bonini e Maria Elena Vincenzi

Pd, Minniti: "Io candidato? Non sto facendo il prezioso ma non sia scelta basata su emotività"

video "Io non voglio sottrarmi al confronto. So che la data dell'assemblea congressuale fissata per il 17 novembre si avvicina. Io non sto facendo il prezioso: io sto pensando veramente a quello che è utile fare", sono queste le parole dell'ex ministro dell'Interno Marco Minniti sulla sua eventuale candidatura a segretario del Pd, durante la presentazione del suo libro "Sicurezza e libertà". "E' davvero una forma di rispetto. Voglio che la mia sia una risposta che non divida né personalizzi perché in questo momento non c'è bisogno né di divisione né di personalizzazione", ha concluso Minniti.video di Camilla Romana Bruno

Minniti (Pd): "Governo sacrifica libertà e umanità in nome della sicurezza"

video "Sicurezza, è possibile pensarla in maniera contrapposta alla libertà e all'umanità? La mia risposta e quella della sinistra è no": parole di Marco Minniti, deputato del Pd e ex ministro dell'Interno alla presentazione a Roma del suo libro 'Sicurezza e libertà' (Rizzoli), una sorta di manifesto politico del potenziale candidato alla segreteria del Pd. "Di fronte alla parola sicurezza - ha spiegato Minniti - è lecito pensare ad uno scambio con la libertà e cancellare la parola umanità. Compito della sinistra è esattamente l'opposto, perché una democrazia senza umanità e libertà sta perdendo se stessa". Video di Camilla Romana Bruno

Circum, un premio alla donna che difeso l'immigrato: "Non sono un'eroina"

video "Non sono un'eroina, sono una normale viaggiatrice della Circumvesuviana, Non capisco tutto questo clamore". Si schermisce Maria Rosaria, viaggiatrice-coraggio diventata popolare per aver difeso uno straniero da un'aggressione razzista a bordo del treno, ripresa in un video diffuso in rete. "Tu non sei razzista, sei str..". questa la sua frase diventata virale sul web. "La mia è stata una reazione istintiva, un gesto di normalità. Ho condannato l'atteggiamento di una persona aggressiva contro un uomo silenzioso che non ha reagito di fronte a minacce e violenza". Maria Rosaria ha ricevuto il premio di cittadina protagonista nella sede dell'Eav, dal presidente Umberto De Gregorio. "Da questo piccolo grande gesto - ha spiegato de gregorio - abbiamo voluto lanciare una campagna di sensibilizzazione che si chiama 'siamo differenti perche' non siamo indifferentì Un modo per dire, in altri termini, che dall'ignoranza emerge il razzismo. Dalla circumvesuviana lanciamo un messaggio di umanità che ci rende orgogliosi perchè finalmente c'è chi prende la parola e difende i deboli. E' per questo che vogliamo omaggiare un atto normale, premiando maria rosaria che è una eroina di normalità".di Tiziana Cozzivideo: Stefano Renna

Dl sicurezza stop&go, al Senato una giornata di rinvii fino alla fiducia: le opposizioni scatenate

video Mattinata di rinvii e sospensioni al Senato dove era prevista la votazione del decreto sicurezza. Alla richiesta di sospensione di questa mattina alle 10.30 infatti il sottosegretario Nicola Molteni (Lega) ne ha chiesta una seconda al rientro in aula, intorno alle 13, scatenando l'ira delle opposizioni. Il rappresentante del governo si è così giustificato: "L'emendamento depositato oggi è al ministero dell'Economia e finanze per la bollinatura". Pd e Forza Italia hanno richiesto spiegazioni immediate e la convocazione di una capigruppo nel pomeriggio. "Ci troviamo di fronte a una sovversione del ruolo del parlamento", hanno dichiarato dagli scranni di Palazzo Madama i senatori Loredana De Petris (Gruppo Misto) e Andrea Marcucci (capogruppo Pd). Solo alle 17.30 il ministro Riccardo Fraccaro (M5S) è entrato in aula mettendo definitivamente la fiducia al decreto. Video di Cristina Pantaleoni

Prescrizione, Salvini: "La modifica è nel contratto ma no a processi eterni"

video "Sono abituato a mantenere gli impegni presi: nel contratto di governo c'è la riforma della giustizia e la riforma della prescrizione. L'unica cosa che non voglio è che ci siano processi eterni, per i colpevoli ma soprattutto per gli innocenti". Lo ha detto il ministro dell'Interno e vice presidente del Consiglio Matteo Salvini, commentando le difficoltà della maggioranza nel trovare un accordo sulla prescrizione Video di Cristina Pantaleoni

Piazza San Carlo: in un video inedito la disperata fuga della folla che costò la vita a Erika Pioletti

video Un video inedito girato il 3 giugno 2017 durante la tragica serata della finale di Champions League in piazza San Carlo, riprende il momento in cui la folla scappa rifugiandosi nel portone del civico 182, lo stesso dove ha cercato rifugio Erika Pioletti, la trentottenne di Domodossola travolta dalla massa di persone in fuga e morta dopo alcuni giorni di agonia all'ospedale Giovanni Bosco. Il video fa parte di una serie di filmati acquisiti dalla procura e inseriti ora negli atti della chiusura dell’inchiesta.

Midterm, le star di Hollywood con i dem: "Votate, si decide il futuro del nostro Paese"

video Dai soliti noti impegnati come Leonardo Di Caprio e Brad Pitt, Julia Roberts e Gwyneth Kate Paltrow, a Eva Longoria e Zoe Saldana, Goldie Hawn e Jennifer Lopez, Taylor Swift e Olivia Wilde. Ma anche la giovanissima modella Gigi Hadid, Jennifer Garner e Alicia Keys, più vicine ai giovani. Cantanti e star di cinema e televisione americane si sono schierati contro Trump e hanno militato in una campagna caldissima. Dove è importante non solo indicare chi votare - in questo caso i candidati democratici per non dare ai repubblicani la maggioranza alla Camera -, ma proprio spingere gli elettori alle urne. Video: Twitter e Facebook