Usa 2016, Saviano: "Trump ha vinto con la comunicazione: maleducato ma autentico"

video Roberto Saviano, durante la presentazione del suo nuovo libro "La paranza dei bambini", ha commentato la vittoria di Donald Trump: "La passione del suo elettorato non è per il suo programma, ma per come si esprime. Con lui la maleducazione è diventata forma di autenticità - ha aggiunto Saviano - Questo è nato perché l'educazione, in questi anni di politica piena di falsità, ci è sembrata lo schermo alla verità. Quindi vedevi Hillary e ti sembrava che stesse sempre mentendo, l'altro invece era scorretto e allora sembrava onesto: meglio un disonesto-onesto che un finto onesto".

Norvegia, mura diroccate e giacigli: una casa siriana nello store Ikea

video Come si vive in una zona di conflitto, senza acqua né luce? Venticinque metri quadri esposti all'interno dello store Ikea di Slependen, in Norvegia, riproducono un'abitazione siriana realmente esistente nel distretto di Jamara, Damasco, in cui vivono una giovane donna siriana e i suoi figli. Il progetto è nato per promuovere una raccolta fondi per la Croce rossa norvegese e per far comprendere la realtà della vita quotidiana nel Paese.

Torino, sesso in cambio di voti: arrestato professore di Giurisprudenza

video Un professore della facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Torino, avrebbe chiesto a una studentessa rapporti sessuali, nonché l'invio di foto intime, minacciandola di rendere noti particolari della sua vita privata e promettendole di agevolarla per ottenere il massimo dei voti alla tesi di laurea. Il docente si trova ai domiciliari a Bologna, la città di cui è originario, dove i carabinieri hanno eseguito la misura cautelare disposta dalla Procura di Torino

Così nasce il Bacio Perugina: maestro cioccolataio da "Luisa Spagnoli" a Chiaia

video Torna "Liù" una pralina inventata da una grande imprenditrice: Luisa Spagnoli. Un maitre chocolatier venuto apposta da Perugia si è esibito in un singolare show in via Toledo nell'antico negozio Spagnoli, il più importante e ampio dei 151 punti della griffe in Italia. Alberto Farinelli, a capo della Scuola della cioccolata Perugina da quando è nata, 12 anni fa, ha mostrato la sua maestria nella fattura di due tipi di cioccolatini famosi, inventati dalla fondatrice della casa di moda e del celebre marchio di cioccolata italiana, tutte e due con sede a Perugia. Lo chef di Todi ha operato in una delle vetrine della boutique Spagnoli di via Toledo, producendo qualche centinaio di Baci e di Liù (come Giovanni Buitoni, l'amore segreto di Luisa oltre che suo socio nell'impresa, la chiamava). Ricette del tempo di Luisa: la prima riprodotta da sempre, la seconda recuperata e ora riproposta per decisione dell'ad del marchio, Nicoletta Spagnoli, pronipote di Luisa e lei stessa designer delle collezioni di moda, quarta generazione nell'azienda umbra. Con un'operazione durata alcuni minuti, lo chef ha eseguito il temperaggio della cioccolata, quella fondente dei Baci e quella al latte delle praline dedicate all'imprenditrice, e poi ha offerto i dolci al numeroso pubblico che ha assistito alla fattura scattando foto, riprendendo le scene singolari e facendosi selfie con il maitre. L'evento, per celebrare la nuova produzione di "Liù" con ripieno di creme brulée e biscotto racchiuso in una scatola dalla grafica ispirata ai figurini di moda degli anni Venti. (video di riccardo siano - testo di stella cervasio)

De Blasio: "Proteggeremo i musulmani di New York"

video "Penso che molte persone stiano esprimendo la loro paura che alcune delle cose che il presidente eletto Trump ha detto possano davvero influenzare negativamente la loro vita e quella delle loro famiglie. E penso che facciano bene a far sentire la loro voce fin da subito". Così il sindaco di New York, De Blasio, in conferenza stampa. "Noi rispettiamo i musulmani americani", ha aggiunto il primo cittadino della Grande Mela, "Mi sento di dire ai musulmani newyorkesi che, ovviamente, in questo momento hanno dei timori che copriremo loro le spalle e li proteggeremo"

Gli scatoloni con le 57mila firme pro-cannabis arrivano alla Camera

video Gli scatoloni contenenti 57.510 firme raccolte negli ultimi sette mesi per la cannabis legale e la decriminalizzazione dell'uso personale di tutte le sostanze stupefacenti, da parte dei Radicali italiani e dell'associazione Luca Coscioni, hanno lasciato la sede dei Radicali, nel centro di Roma, passando dal Pantheon e sono arrivati davanti a Montecitorio. Tra i sostenitori dell'iniziativa, anche Pippo Civati