Vendevano mille dosi di coca al giorno

LIVORNO. Se sono buone le informazioni in mano ai carabinieri, la vera notizia è che ogni giorno a Livorno (soprattutto in città, ma anche in provincia) almeno mille persone si comprano la loro dose di cocaina da sniffare, fumare, spararsi in vena. Mille persone al giorno. Sembrano tante?

Alessandro De Gregorio

Eroina, presi dalla polizia due corrieri

LIVORNO. Li hanno fermati alla stazione, all’alba di giovedì. Lui ha provato a scappare ma è stato subito acciuffato. Lei è rimasta lì, sul marciapiede, con quello zainetto a tracolla dove c’erano sei etti di eroina, un panetto confezionato nella stagnola. Forse quell’eroina era diretta a

«Siamo stufi del degrado e dei tossicodipendenti»

LIVORNO. Dicono che in quel blocco non appena muore un inquilino gli altri si facciano il segno della croce chiedendosi a chi andrà l’appartamento sfitto. Dicono che l’altro giorno c’è stata una fuga di gas e si è temuto il disastro. Dicono anche che la droga circoli liberamente in strada

Rifiuti, raccolta differenziata record

LIVORNO. Livorno città «riciclona»: lo sostiene Legambiente con un premio, lo dicono con orgoglio i vertici di Aamps. «Il livello di raccolta differenziata - sottolinea il presidente Filippo Di Rocca - supera ancora il 35% a dimostrazione che tutte le tipologie di rifiuti che sono raccolte

Francesca Suggi

Commercio ambulante, Livorno capitale

LIVORNO. Un carro olandese pieno di tulipani, uno stand di originale birra tedesca. E ancora cachemire, artigianato etnico, gioielli, ceramiche, salumi e formaggi. Tipicità esclusive delle più diverse zone d’Europa, per vedere, toccare, assaggiare, cercare... e trovare. Tutto questo sarà i

Elena Batazzi

Più bravi a svagarsi che a produrre

LIVORNO. Lo spazio per l’avvio di piccole attività economiche è «saturo» e di possibilità per l’intrapresa in sede locale neanche a parlarne: non resta, dunque che capire «se si riesce a fare attrazione per investimenti nazionali e internazionali». L’analisi dell’ingegner Massimo Nannipier

Donatella Francesconi

La polizia chiude un mese il bar Tassara

LIVORNO. Trenta giorni a saracinesche abbassate: la sentenza è senza appello per il bar “Tassara” di piazza Magenta per il quale i carabinieri hanno chiesto al questore Puglisi un provvedimento di chiusura dopo la brutta storia dell’accoltellamento davanti alla porta, all’ora di pranzo. De