Muore in casa, lo trovano dopo 10 giorni

PRATO. Sulle scale è rimasto l’odore della morte, ci vorranno giorni prima che se ne vada. E’ tutto ciò che resta di una vita, quella di Maurizio Gentili, vissuta e conclusa in solitudine. Gentili, 49 anni, è stato trovato morto ieri mattina nel suo appartamento di un condominio in via G

Mafia gialla Totaro teme infiltrazioni

PRATO. Il consigliere regionale Achille Totaro (Alleanza nazionale) teme l’infiltrazione della mafia cinese a Prato e ha chiesto un sistema di monitoraggio sulle attività della comunità orientale. Parlando in consiglio regionale sulla questione della sicurezza, Totaro ha sottoposto il pr

Il piagnisteo sui tagli

Il continuo piagnisteo dei nostri amministratori locali sui tagli previsti dalla prossima finanziaria non meriterebbe neanche risposta, tanto è prematuro, irragionevole, pretestuoso, strumentale. Ma il reiterarsi degli interventi può indurre i lettori a credere che vi possano essere dei

Già 800 cinesi si sono fatti vaccinare

PRATO. A pochi giorni dall’inizio della campagna di vaccinazione antinfluenzale di Asl, Comune e Provincia di Prato sono già 1180 gli stranieri che hanno usufruito del vaccino gratuito somministrato nei principali luoghi di aggregazione e lavoro degli immigrati in città. Secondo i dati i

Permessi facili, due arresti

PRATO. Abita a Prato il titolare di un night club di Pistoia che è stato arrestato nei giorni scorsi insieme a un poliziotto in servizio all’ufficio immigrazione della Questura di Lucca con le accuse di falso ideologico, abuso d’ufficio e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. L’

Le istituzioni visitano la Giunti

PRATO. Visita istituzionale, organizzata dall’Unione Industraili, alle Industrie Grafiche Giunti. Il distretto pratese ospita alcune realtà produttive di settori non tipici dell’area ma nondimeno di assoluto valore. E’ il caso della Giunti Industrie Grafiche, insediata all’Ex Fabbricone,

Rinviato il master di teatro e music

PRATO. Il Master di primo livello “Il teatro e la musica” destinato a cantanti, registi e attori, è stato rinviato a marzo 2005 per problemi economici. «Le recenti difficoltà di bilancio, unitamente ai tagli imposti alle spese degli enti locali dal recente decreto governativo - spiega l