Fondazione Open, Di Maio: "Tutti si sottopongano a commissione d'inchiesta. Anche su Rousseau? Indagate dove volete"

video "La Commissione di inchiesta sui fondi ai partiti è una delle ragioni per cui la Lega ha fatto cadere il governo ad agosto. Il nostro progetto di legge permette al Parlamento di far luce sui fondi che sono entrati non solo nei partiti ma anche nelle associazioni, nelle fondazioni. Questo ovviamente vale per tutti, anche per il M5S". Così Luigi Di Maio, parlando a margine di un evento a Roma, a proposito delle vicende che hanno riguardato la fondazione Open. "L'unico modo per portare avanti un governo in maniera trasparente è sottoporsi tutti quanti a quella che può essere una Commissione di inchiesta che fa chiarezza sui flussi di denaro entrati nelle fondazioni, nelle associazioni e nei partiti", ha proseguito Di Maio. "Renzi chiede di indagare anche su Rousseau? "Indagate su quello che volete, non c'è problema". Video di Cristina Pantaleoni

Usa, Melania Trump fischiata durante un evento a Baltimora

video Melania Trump non è stata bene accolta dalla platea durante un evento sponsorizzato dalla Mark Wahlberg Youth Foundation, organizzazione che sostiene i giovani svantaggiati. Per la first lady degli Stati Uniti, pochi applausi ma soprattutto molti fischi e 'buu', quando è arrivata e quando ha lasciato il palco. Un'accoglienza che, secondo molti, sarebbe collegata al fatto che a luglio scorso, dopo che un eminante membro del Congresso di Baltimora aveva criticato i metodi adottati dalle guardie di frontiera nei confronti delle famiglie di migranti al confine con il Messico, il presidente Trump aveva scritto su Twitter che Baltimora era una "fogna infestata di topi e roditori".  video Reuters

Terremoto Albania, a Durazzo tutti intorno al fuoco per la paura: "Non vogliamo rientrare in casa"

video Tutti intorno a un fuoco per paura del terremoto, mentre scende la sera. Dopo la scossa che ha portato morte e devastazione a Durazzo, gli abitanti, a pochi passi da una delle case crollate, non sono più rientrati nelle loro abitazioni e hanno preferito organizzarsi all'aperto, con legname di ogni tipo. "Siamo scesi in strada appena sentita la botta, e per i prossimi giorni rimarremo qui. Non possiamo fidarci di queste strutture, non hanno nessun sistema antisismico", spiega Zani Rustani, che lavora come barman a Brescia Video di Antonio Nasso

Biella, il sindaco leghista ci ripensa: votata la cittadinanza a Liliana Segre

video "Mi spiace per quanto è accaduto. Certamente potevamo gestire meglio tutta la vicenda. Ribadisco che reputo giusto concedere la cittadinanza onoraria alla senatrice Segre e mi scuso ancora per i fatti e gli equivoci". Claudio Corradino fa un passo indietro e la giunta comunale di Biella vota all'unanimità a favore del riconoscimento alla aenatrice nel giorno in cui 200 “sardine” biellesi si sono date appuntamento sotto al municipio riunite dall'hashtag #nonsiamocretini per prendere le distanze dal sindaco leghista e dalla sua maggioranza. di Alessandro Contaldo

Milano, sfilano gli ultrà croati: in piazza col volto coperto

video A migliaia in corteo per Milano. Quattro chilometri di marcia che ha paralizzato il traffico della città. Sono gli ultrà della Dinamo Zagabria, i Bad Blue Boys, presenti alla temutissima - dal punto di vista dell'ordine pubblico - partita di Champions League con l'Atalanta. Una trasferta che da giorni allarma la Digos milanese, che ha concordato il percorso a piedi con i colleghi croati in trasferta, per gestire meglio un gruppo tra i più accesi del tifo continentale. Ma tutta Milano è presidiata: il divieto di vendita degli alcolici è scattato alle 8 in centro, a mezzogiorno intorno allo stadio. Leggi Saluti romani e fumogeni (video Twitter / Tuttomercatoweb)

Grecia, imprevisto durante la diretta tv: un grosso maiale vuole mordere il giornalista

video Un maiale ha rubato la scena a un giornalista greco, mentre stava trasmettendo in diretta.L'inviato Lazos Mantikos, del canale locale Antenna TV, stava parlando dalla città di Kineta, colpita da forti tempeste che hanno causato gravi inondazioni. Mentre era in collegamento con lo studio, un grosso maiale lo ha puntato, iniziando a inseguirlo e cercando anche di morderlo."Abbiamo un problema qui!", ha gridato il giornalista ai presentatori, "C'è un maiale qui e mi sta inseguendo", ha detto ai colleghi che ridevano mentre il suino gli mordicchiava i pantaloni. "Non riesco a stare fermo perché mi sta mordendo!" ha urlato il povero reporter, fra le risate degli altri giornalisti. Reuters

Emergenza rifiuti, Salvini a Civitavecchia: davanti al Comune si fronteggiano "Bella ciao" e l'inno di Mameli

video 'Bella ciao' contro l'inno di Mameli. Il duello canoro è andato in scena sotto il municipio di Civitavecchia dove si svolgeva una conferenza stampa con Matteo Salvini e il sindaco della città portuale che ha detto no ai rifiuti di Roma. All'aperto davanti all'edificio comunale si sono fronteggiati una trentina di contestatori di Salvini e quasi altrettanti supporter del leader della Lega. A dividerli, un piccolo cordone della polizia che inizialmente ha sbarrato la strada a chi voleva inseguire l'ex ministro dell'Interno. Sventato il pericolo di un 'contatto' tra il politico e i suoi contestatori, a questi ultimi non è rimasto altro che urlargli contro 'Bella ciao'. Ma a quel canto partigiano i salviniani hanno replicato intonando le note dell'inno nazionale.(video Dire)

Trova un gattino e lo adotta, ma dopo due mesi scopre che è un puma

video Una donna argentina, Florencia Lobo, ha trovato due gattini abbandonati per strada nella provincia di Tucuman, nel nord del paese, e ha deciso di adottarli. La femmina era troppo debole - ha raccontato - e non è sopravvissuta. Il maschio invece ce l'ha fatta. È stato chiamato Tito e dopo due mesi Florencia ha deciso di portarlo dal veterinario per un controllo. "Appena l'ha visto - ha raccontato - ci ha detto che non sapeva di che animale si trattasse. Di certo non era un gatto normale". La donna ha poi contattato la riserva naturale "Horco Molle", dove hanno confermato che non si trattava di un semplice gatto, ma di un puma jaguarundi, un felino selvatico diffuso dal Texas al Sudamerica. Tito è stato così portato nella riserva dove ha ricevuto cure mediche: presto sarà reinserito nel suo habitat.  video Reuters